Clan Russo: arrestati fiancheggiatori dell’organizzazione

Nola – Sono stati raggiunti da un’ ordinanza di custodia cautelare in carcere Michele  Mauro 65 enne di Saviano e Mauro Mensorio 35 enne di Nola. Quest’ ultimo è il genero del boss Pasquale Russo, per anni latitante ed oggi in carcere, dopo una caccia di quasi 20 anni. Secondo  i pm della Direzione distrettuale antimafia di Napoli Mauro e Mensorio ”devono ritenersi a pieno titolo inseriti all’interno del clan Russo”. Michele Mauro, in particolare  sarebbe uno degli affiliati piu’ vicini ai fratelli Russo. Dalle intercettazioni ambientali sarebbe emerso che l’arrestato era colui che manovrava nell’interesse del gruppo nel campo degli investimenti immobiliari. Le successive indagini hanno consentito di accertare l’effettiva penetrazione dei Russo nelle speculazioni immobiliari riguardanti i terreni situati nella zona oggetto del programma di espansione industriale di Saviano e il ruolo intermediario svolto da Mauro nella compravendita dei terreni, esercitando sui potenziali venditori l’influsso derivante dal suo legame con il clan Russo. Dall’altro canto Mauro Mensorio avrebbe avuto un ruolo determinante nel favorire la latitanza del suocero Pasquale Russo, interessandosi in prima persona del reperimento delle auto “pulite”per consentire ai familiari di poter incontrare il congiunto, “spedinando” le forze dell’ordine che erano sulle sue tracce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.