Nola, Notte bianca: anche i musei cittadini resteranno aperti fino a tarda sera

Nola – Se Nola fa le ore piccole, anche la cultura si adegua. Sabato 14 dicembre 2013 durante la ½ Notte Bianca, indetta dalle associazioni dei commercianti con il patrocinio dell’assessorato ai beni culturali del comune di Nola, molti negozianti terranno la saracinesca alzata fino a mezzanotte. Proprio come i portoni delle chiese e dei musei. L’idea è nata dall’associazione culturale Meridies, che ha deciso di aprire diversi luoghi simbolo del patrimonio culturale nolano: Chiesa del Gesù, San Biagio, con la possibilità di visitare il campanile con gli affreschi trecenteschi e il complesso termale e infine l’elegante Museo Diocesano. Raggiunto al telefono il presidente di Meridies, Michele Napolitano, rivela le ragioni di questa iniziativa: “Vogliamo dimostrare che anche nelle occasioni più commerciali, può esserci spazio per la cultura. Questo è soltanto l’inizio di una serie di appuntamenti natalizi organizzati dalla nostra associazione che illustreremo più in là. Quello che più mi preme sottolineare è che la cultura può e deve uscire da ambiti autoreferenziali”. In sintesi, ogni occasione è buona per mostrare all’intera cittadinanza, il patrimonio culturale di Nola. Ricco e troppo spesso ignorato.

 

Il programma:

dalle 19.00 alle 21.30 il Museo Diocesano (ingresso da via San Felice 30)
ore 19.00 – Chiesa di San Biagio e terme romane (visita guidata gratuita)
ore 20.00 – chiesa del Gesù (visita guidata gratuita)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *