Certame Bruniano: Anna Buonanno, studentessa di Catania, vince la decima edizione

Nola – Dalla Sicilia a Venezia l’edizione 2011 del Certame Bruniano di Nola si tinge di … rosa. Un trionfo tutto al femminile infatti ha caratterizzato il decimo anniversario della kermesse internazionale in onore del grande pensatore nolano Giordano Bruno. A salire sul podio dei vincitori nella sezione dedicata agli Istituti Scolastici Superiori di tutta Italia tre donne provenienti dalla Campania, dalla Calabria e dalla Sicilia. Una top ten in cui ha comunque primeggiato il gentil sesso “piazzandosi” con ben otto presenze su dieci, riservando appena un 20% al sesso forte. La cerimonia di premiazione, come da programma, si è svolta questa mattina nell’Aula Magna dell’Università Parthenope di Nola alla presenza degli oltre cento partecipanti, dei docenti accompagnatori, del Sindaco di Nola, Geremia Biancardi, del sindaco di Casamarciano, Andrea Manzi, del Presidente dell’Agenzia di sviluppo dei comuni dell’area nolana, Biagio Ciccone (partner quest’ultimi del concorso), dello staff di Meridies e del Liceo Classico G. Carducci, dell’on. Carmine Sommese e di studiosi bruniani. In un clima di grande emozione e trepidazione sono così state aperte le buste, rigorosamente sigillate, contenenti i nomi dei vincitori. 120 i ragazzi che l’altro giorno si sono cimentati nella prova scritta relativa all’opera “La bestia Trionfante”; testi esaminati da un’apposita commissione di esperti presieduta dal Prof. Aniello Montano. E proprio quest’ultimo prima di avviare i lavori ha precisato i criteri di valutazione dei componimenti che comprendevano l’adesione alla traccia, lo stile, la correzione grammaticale e il commento critico. Requisiti cui ha risposto in toto Anna Buonanno del Liceo Classico “Cutelli” di Catania che si è aggiudicata il primo premio di 2000 euro. Un riconoscimento ormai noto all’istituto siciliano da sempre tra i plessi fedelissimi al concorso. Di certo non si aspettava di vincere la Buonanno che, a caldo, commossa, ha così commentato: “Sono felicissima, non ci posso credere. E’ la prima volta che vengo a Nola e che partecipo al Certame e non mi aspettavo assolutamente di arrivare prima, anzi. E’ stata una bellissima sorpresa anche per me. Voglio complimentarmi con l’organizzazione, un’accoglienza strepitosa curata in ogni minimo dettaglio. Persino durante la prova scritta, in cui ha regnato sovrana la serietà e la professionalità, ci hanno messo a nostro agio non facendoci mancare nulla. E poi la serata all’Istituto Alberghiero, il pranzo al Seminario, la giornata della creatività, complimenti davvero. Oggi posso dire di avere un motivo in più di amare Bruno. Un filosofo che, prima di partecipare al Certame, conoscevo a mala pena e che invece mi ha regalato forti emozioni oltre che un assegno da 2000 euro. Che dire di più, se posso, l’anno prossimo sarò di nuovo qui”. E magari spera pure di vincere ancora. E certo non sarebbe la prima. Chi infatti ci ha preso proprio gusto e da 5 anni ormai concorre al Premio tornando sempre a casa con un riconoscimento è Massimo Colella, per la seconda volta vincitore della sezione universitaria. Collella partecipa al concorso bruniano dal 2007, anno in cui si piazzò secondo nella sezione dedicata agli Istituti Scolastici superiori. Nel 2008 è tornato, sempre da liceale, posizionandosi all’ottavo posto. Nel 2009, da novello universitario vinse il primo premio. Un’esperienza ed una vittoria che lo ha visto protagonista anche quest’anno. Originario di Ischia, iscritto alla Facoltà di Lettere eFilosofia alla Federico II di Napoli, Colella, accompagnato dalla mamma, non ha trattenuto la gioia. “Ormai mi sento figlio di questa meravigliosa Città oltre che di Bruno – ha dichiarato -. Da sempre sono un grande appassionato di Filosofia. Certo quando ero al Liceo leggevo piccoli brani, anche su Bruno, ora che vado all’università non mi perdo nemmeno una virgola delle sue opere. Una conoscenza che mi ha portato a vincere per il secondo anno consecutivo. E’ inutile dire che tornerò anche l’anno prossimo. Amo questo Concorso e fin quando potrò ci sarò”. Un concorso quindi che, dopo l’anno di stop, ha spiccato il volo riconfermandosi una kermesse di altissimo spessore. “Dal prossimo anno il Certame avrà l’appoggio ed il sostegno anche della Regione”: è la promessa lanciata dal consigliere regionale Carmine Sommese, componente della Commissione Cultura alla regione Campania, piacevolmente colpito da questa grande macchina organizzativa. “E’ una gioia vedere la rinascita del Certame – ha dichiarato il Sindaco di Nola, Geremia Biancardi -. Dietro queste tre intense giornate c’è un lavoro di squadra notevole e, come già annunciato più volte in questi mesi, da oggi il figlio della cultura nolana avrà tutte le attenzioni di cui necessita”. “Finalmente ce l’abbiamo fatta – ha dichiarato Michele Napolitano, Presidente di Meridies -. E’ stato un rilancio in grande stile. Lo stop di un anno in fondo non ha penalizzato il Concorso nella parte strutturale più importante ed anche il leggero calo di iscrizioni non ha influito sulla riuscita di una kermesse da sempre fiore all’occhiello dell’intera area nolana. Siamo fieri ed orgogliosi oggi più di ieri. Grazie a quanti hanno creduto in questo Premio”. Un’edizione quindi che resterà nel cuore di quanti vi hanno partecipato grazie anche alle splendide litografie curate dal maestro nolano Vittorio Avella, consegnate in una cartellina ai primi dieci classificati oltre che a tutti i docenti presenti. Ora la macchina organizzativa ripartirà per l’edizione 2012. E c’è da scommettersi che sarà un altro importante successo.
Elenco Vincitori “X Certame Internazionale Bruniano” 2011
Sezione Istituti Superiori

1) Bonanno Anna (Liceo Classico “M. Cutelli” di Catania) – (2.000,00 euro)
2) Cuzzola Maria (Istituto Magistrale “T. Gulli” di Reggio Calabria) – (1.000,00 euro), messo in palio dal comune di Casamarciano
3) Tallini Giuditta (Liceo Scientifico “L.B. Alberti” di Minturno-Lt) – (700,00 euro)
4) Brunori Arianna (Liceo Classico “L. Manara” di Roma) – (500,00 euro)
5) Gagliardi Alessandra (Liceo Classico “F. Stelluti” di Fabriano-An) – (300,00 euro)
6) Seminara Silvia (Liceo Classico “M. Cutelli” di Catania)
7) Bucceri Giulia (Liceo Classico “M. Cutelli” di Catania)
8) Grande Francesca (Liceo Classico “P. Galluppi” di Catanzaro)
9) Mirone Stefano (Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Catania)
10) Esposito Dario (Liceo Classico “Plinio S.” di Castellammare di Stabia-Na)
11) Tutti gli altri

Premio Istituti Universitari

1) COLELLA MASSIMO – Università degli studi di Napoli – (1000,00 euro), messo in palio dall’Agenzia di Sviluppo dei comuni dell’area nolana

di Autilia Napolitano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.