Festa dei Gigli: la commissione Affari Istituzionali approva lo statuto della Fondazione

Nola Questa mattina presso la commissione Affari Istituzionali, presieduta dal consigliere comunale Vincenzo Iovino, è stato licenziato lo statuto della Fondazione Festa dei Gigli. Il provvedimento è stato approvato con la quasi unanimità dei membri dell’organo consiliare. Nello specifico, il consigliere Franco Ambrosio ed il suo gruppo si è riservato di avanzare proposte migliorative del testo, come la previsione di un direttore tecnico di alto profilo. Soddisfatto del lavoro svolto il presidente della commissione Vincenzo Iovino “ Abbiamo portato avanti confronto positivo – ha dichiarato Iovino – attraverso la Fondazione intendiamo rilanciare in maniera importante la Festa dei Gigli. Un rilancio che passa attraverso un ritorno ai valori autentici della tradizione, ma al tempo stesso per un serio programma di promozione della kermesse anche con l’ausilio di personalità dalle alte competenze”. Giunge dunque a conclusione un percorso partito oltre un anno e mezzo fa con il comitato tecnico scientifico che definì la prima bozza sulla quale si sono confrontate nella specifica commissione le varie forze politiche. Dopo il primo approdo in consiglio comunale, si è ritenuto opportuno in maniera unanime concedere un extra – time per approfondire la questione, viste le sostanziali divergenze persistenti. L’obiettivo è sempre stato, infatti, quello di giungere ad un testo ampiamente condiviso. Un lungo lavoro di mediazione portato avanti dal sindaco in persona e dallo stesso presidente della commissione Vincenzo Iovino. Dall’altro canto la stessa opposizione, in particolare il consigliere Franco Ambrosio ha assunto sempre atteggiamenti positivi, volti a consegnare un testo che avesse come unico fine il rilancio definitivo della Festa dei Gigli. . La Fondazione dunque andrà a sostituire progressivamente l’ attuale Ente Festa e si porrà come importante strumento per il recupero della tradizione, con particolare attenzione alla salvaguardia deiGigli, espressione di unicità artistica da preservare contro ogni deprecabile manomissione, ed alla valorizzazione e al rilancio della Festa Nolana sia in ambito nazionale che internazionale. Il ritorno dei Gigli nelle loro originali dimensioni, il recupero della fanfara, la regolamentazione delle paranze, il rilancio dei comitati, il miglioramento della tradizione della cartapesta e l’interesse per gli aspetti religiosi, rappresentano i cardini di questo ambizioso progetto. Il ritorno dei Gigli nelle loro originali dimensioni, il ripristino dei premi ai comitati e alle paranze, il recupero della fanfara, la regolamentazione delle paranze, il rilancio dei comitati, il miglioramento della tradizione della cartapesta e l’interesse per gli aspetti religiosi, rappresentano i cardini di questo ambizioso progetto. All’ istituendo Fondazione andrà anche il compito di tutela della Festa dei Gigli, da attuarsi in ogni sede, come patrimonio originario ed originale della città di Nola, e di lavorare per mettere il giglio al riparo da indebite quanto deplorevoli riproduzioni non autorizzate dello stesso. Per i suoi alti scopi, inoltre, la Fondazione si avvarrà di più commissioni di esperti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.