Giornalismo e lirica: parte il Primo Premio città di Ottaviano

Si terrà Venerdi sera alle ore 19,00 presso la Chiesa di San Francesco di Paola, in piazza Municipio, l’iniziativa “Premio Città di Ottaviano”. La prima edizione di un Premio, che per quest’anno, sarà consegnato a due esponenti del settore musicale e giornalistico. Due nomi rinomati, in settori diversi che riceveranno l’alto merito, in un circuito nazionale, per l’impegno e soprattutto, per l’attenzione  e sensibilità, riservata alla cittadina ottavianese.

L’iniziativa ideata dal suo Presidente  Gennaro Barbato, vanta la Direzione del Tenore Aniello Sepe e per questa prima edizione vedrà la consegna di due premi.

Il primo riconoscimento per la lirica va al Tenore Angelo Casertano “per i suoi quarant’anni di splendida carriera nei maggiori teatri nazionali e internazionali”. Il Maestro Casertano vanta un curriculum musicale con esibizioni di cantanti di fama mondiale come Mario del Monaco, Giuseppe di Stefano, Luciano Pavarotti, Placido Domingo, Josè Carreras, Magda Olivero, Ghena Dimitrova, Montserrat Cabballe. Ha preso parte a produzioni dirette da registi come Franco Zeffirelli, Giuliano Montaldo, Luigi Squarzina, e molti altri ancora. Una L’intensa e lunga carriera che lo ha portato ad esibirsi nei maggiori teatri italiani quali Arena di Verona, Teatro Verdi di Trieste, sino all’estero. Tra le sue interpretazioni cavalli di battaglia come la Traviata, Turandot e Rigoletto.

Per il giornalismo invece il Premio Città di Ottaviano verrà consegnato al giornalista de “Il Mattino” Francesco Gravetti per “aver dato voce all’ambito artistico culturale, riscoprendo il patrimonio archeologico dell’entroterra vesuviano”. Il giornalista Francesco Gravetti muove i primi passi nel giornalismo da giovanissimo, con collaborazioni a quotidiani e riviste locali. Nel 2004 inizia la sua collaborazione con la redazione napoletana di “Repubblica” e nel 2006 passa al “Mattino”, per il quale tuttora si occupa di una parte del territorio vesuviano. Nel corso della sua attività si è occupato delle principali problematiche del territorio vesuviano e, nel 2006, è stato in Libano per realizzare il reportage “Sos dalla Terra dei Cedri”, presentato al premio di giornalismo “EnzoBaldoni”, organizzato dalla provincia di Milano.

“Sono due personalità di enorme spicco – ha spiegato il Presidente Gennaro Barbato – ai quali Ottaviano consegnerà un alto riconoscimento. Nel contempo inauguriamo la prima edizione di un Premio che ogni anni riconoscerà con “un grazie”a coloro che attivamente si impegnano non solo a livello locale, ma soprattutto a livello nazionale. Un connubio perfetto tra i premiati, tali il Maestro Casertano ed il giornalista Aniello Sepe, che si intrecciano con la conduzione artistica del tenore Aniello Sepe e conduzione affidata alla professionalità della giornalista Giovanna Salvati, beniamini nostrani, che rappresentano cosi il sigillo perfetto all’evento”.

Al Tenore Aniello Sepe affidata invece la Direzione Artistica del Premio che spiega “ tanto è l’entusiasmo ma soprattutto l’orgoglio che lega questa città a questi due grandi nomi illustri. Sarà una serata che ospiterà inoltre un altro nome illustre della lirica, il maestro Enzo Peroni, pertanto siamo convinti che in tanti aderiranno all’invito di una serata che nella sua semplicità vuole regalare un momento unico sotto il nome di  Ottaviano”.

La passerella di personalità di spicco sarà gestita, in una chiesa allestita per l’occasione con un pianoforte  a coda, e messa a disposizione da Don Vittorio Garzone, attraverso la conduzione della giornalista Giovanna Salvati.

di Comunicato stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.