Investitura a Cavaliere di Gran Croce di Giustizia al Monsignor. Depalma, vescovo di Nola

Si è tenuta nella suggestiva cornice del Seminario vescovile della città bruniana, la consegna ufficiale del diploma di nomina e l’insegna di Cavaliere di Gran Croce di Giustizia dell’Ordine di Santa Brigida di sua Eccellenza Monsignor. Beniamino Depalma, che da oggi è entrato a far parte di questa grande famiglia fatta di dame e cavalieri che mettono al servizio della società, della cultura e della solidarietà la loro vita cristiana. L’Ordine di Santa Brigida, fu fondato dalla Principessa Brigida di Svezia nel 1366, conserva un antico legame con fatti, luoghi e personaggi propri della città di Nola. Per poter definitivamente sancire la Regola delll’Ordine occorreva preventivamente l’approvazione pontificia. Solo nel 1367 la Santa riuscì ad incontrare Urbano quinto che fece esaminare la Regola dalla Curia i cui componenti espressero un giudizio negativo sullo stile linguistico definendolo “barbarico latino”. L’intervento colto ed illuminato dell’allora Conte di Nola, Nicola Orsine, produsse una redazione più corretta dal punto di vista della lingua e dello stile consentendo alla Santa di ottenere l’approvazione della sua Regola in aggiunta alla Regola Agostiniana nel 1370. Oggi ricorrono i 645 anni dalla fondazione, in un momento in cui gli Ordini diffusi nel mondo sono tanti ma sono tutti caratterizzati da un unico intento l’Amore “bisogna amare e soprattutto saper amare, solo chi ama riesce ad essere amato- ribadisce più volte Monsignor. Depalma- bisogna ristituire la dignità e la giustizia ad ogni uomo. Oggi siamo chiamati a cambiare questa cultura di possesso e rivalità proiettando le nostre vite verso una cultura di relazione. L’egoismo crea le differenze l’amore le abbatte! La via di risoluzione alla crisi che conivolge il mondo oggigiorno, secondo la visione ecclesiastica è vista nel ritrovo del Sole, nel ritrovo di Dio, la quale mancanza ha mandato il mondo in subbuglio” ha continuato il Vescovo che in conclusione ha augurato ad i suoi confratelli ed a tutti i presenti di riuscir ad essere nella propria vita dei veri cristiani capaci di illuminare il mondo con le sue coscienze con la forza dell’Amore! In un secondo momento, successivamente alla celebrazione Eucaristica si è avuta la presentazione di una rivista dell’Ordine, presentata con onore dal Principe Gran Maestro conte Federico Abbate de Castello. Si tratta della rivista nr. 25 di “Brigittiana, rivista internazionale di studi sulla vita e sulle opere di Santa Brigida di Svezia. Con questa rivista utilizzata come organo rappresentativo, l’Ordine vuole presentare i suoi contenuti ma soprattutto trasmettere il suo messaggio, ossia attuare i programmi dell’ordine nella vita di ogni associato. Insomma la dottrina dell’Ordine che guida cavalieri e dame che hanno il compito come ha ribadito più volte anche sua Eccellenza di evangelizzare il mondo affinchè la Luce possa abbagliare la vita di tutti!

di Rossella Avella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.