L’isola che non c’è: presentato il progetto

Nola – Presentato questa mattina, presso la biblioteca comunale,  il progetto “l’Isola che non c’è”. A promuoverlo, le associazioni di volontariato Peter Pan Partenopeo e Quelli dell’83, in collaborazione con l’Associazione Campi Flegrei – Centro di Formazione Culturale e Professionale. Ad illustrare il progetto, il presidente dell’associazione Peter Pan, Francesco Spera. Presente alla conferenza stampa anche l’assessore alle Politiche sociali del comune di Nola, Arcangelo Annunziata. “L’isola che non c’è – laboratorio di evasione in un carcere minorile – afferma Spera – è già vincitore del bando di idee 2011 e rientra nell’ambito di un programma di inclusione sociale portato, finanziato dal Centro Servizi per il Volontariato (CSV) di Napoli. Il progetto durerà un anno e prevede dei laboratori di clown terapia, sia per gli operatori dell’istituto penale minorile e che per gli operatori di organizzazioni di volontariato interessate, sia infine per i ragazzi detenuti”. L’obiettivo finale è quella della formazione che può tramutarsi nel tempo anche in occasione di lavoro e di ricaduta positiva sul territorio. “La finalità – aggiunge ancora Spera – è quella di far sì che queste professionalità, dopo l’ esperienza importante quanto non semplice a Nisida, possano essere impiegate nel nostro territorio nell’ambito di un ampliamento dei servizi sociali da sviluppare sempre in una prospettiva di rete”. Ed è proprio per potenziare, sostenere, e migliorare l’azione del terzo settore che sempre di più, in una logica di nuovo welfare, va ad integrarsi e completarsi con l’ente pubblico che l’amministrazione ed il Forum del terzo settore stanno lavorando per assicurare in città, la presenza di una sede decentrata del Centro Servizi per il Volontariato. Una sede che il Csv si impegna ad allestire, oltre che sostenerne le spese connesse. Un punto di riferimento che potrebbe offrire un solido supporto di servizi, soprattutto nella fase di progettazione, per tutto il Terzo Settore, molto attivo nell’area nolana.“ Si tratta di un’ operazione a cui stiamo lavorando alacremente – aggiunge l’assessore Annunziata – il nostro impegno va nel senso di un ampliamento degli orizzonti e delle opportunità, soprattutto in una logica di sinergie”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.