Liveri, il Presepe vivente della solidarietà

Liveri – Emozioni intense, atmosfera natalizia nel segno della tradizione. I personaggi del presepe vivente sono vivi come noi: sono gli ospiti del centro residenziale per portatori di handicap di Liveri e hanno dato vita domenica scorsa al miracolo della nascita del Redentore. Tra le stanze della sofferenza, la gioia di essere protagonisti della speranza per una sera. C’erano tutti: parenti, operatori, il presidente regionale dell’Anffas, medici, assistenti, terapisti della riabilitazione. Una sera magica per gli ospiti sfortunati della struttura riabilitativa, ma felici di rendere omaggio al Bambino Gesu’. Gli ambienti solitamente utilizzati per le terapie sono anfratti, grotte umide, negozi di pescivendoli, di fruttivendoli e macellai, fino a giungere alla grotta della Sacra Famiglia, con i personaggi chiave impersonati da una coppia di disabili felici di posare per la curiosità dei visitatori. Molta l’affluenza, ci si scambia gli auguri, in attesa della Notte magica. “Solo chi vive con queste persone può capire cosa significa l’amore e la solidarietà”. Buon Natale a tutti.

 

di Gennaro Esposito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.