Nola, manca il numero legale:salta il consiglio comunale

Nola -Mancanza del numero legale. Si è conclusa così la seduta di consiglio comunale che aveva all’ordine del giorno numerosi argomenti. All’inizio dell’assise  il consigliere comunale e capogruppo della lista civica Città Viva, Gianluca Napolitano, ha chiesto l’inversione dell’ordine del giorno. In particolare di portare nei primi due capi, gli argomenti relativi alla discussione circa l’Agenzia di Sviluppo e quello inerente all’acqua pubblica. Tutto questo per venire incontro alle esigenze del pubblico presente. La richiesta messa ai voti è stata però rigettata. La posizione della maggioranza è stata rappresentata dal capogruppo del Pdl, il consigliere comunale, Michele Cutolo che ha sottolineato la necessità di affrontare con la dovuta attenzione tutti gli argomenti, vista la loro importanza. A questo punto l’opposizione ha abbandonato l’aula, ed alla verifica del numero legale la situazione è stata quella di 22 assenti e 9 presenti. Inevitabile lo scioglimento della seduta. Va rimarcato come il sindaco Geremia Biancardi non era presente all’assise, visto che è stato trattenuto da un impegno improvviso in prefettura, così come precisato dallo stesso presidente del consiglio, Francesco Pizzella. Prima del consiglio poi andato deserto, si è svolto il question time. In particolare, circa il quesito del consigliere Salvatore Mazzocchi che avanzava dubbi circa la legittimità di posizione dei dirigente non di ruolo ha risposto l’assessore al personale, Luciano Parisi che ha assicurato sulle corrette procedure adottate. Altra interpellanza è stata quella del capogruppo della lista di Nola ai Nolani, Raffaele Giannini. L’interpellanza risaliva a luglio scorso,motivo per il quale, in parte, aveva perso ormai di attualità. Nello specifico, Giannini chiedeva chiarimenti circa l’interessamento al Nola Calcio di alcuni imprenditori e novità circa la struttura dello Sporting Club. A rispondere è stato l’assessore all’Annona, Giuseppe Esposito che ha riferito unicamente in relazione alla questione della logistica, visto che la prima parte dell’interpellanza è stata già superata dai fatti. “ Posso affermare – ha dichiarato lo stesso Esposito – che per quanto concerne la struttura di Via Seminario, in particolare per la realizzazione della tribuna, stiamo valutando se avviare i lavori nella pausa natalizia del campionato o direttamente l’anno prossimo a conclusione del torneo. Sarà comunque una decisione condivisa con le associazioni e le società sportive che usufruiscono della struttura”. Altra richiesta di chiarimento è stata quella del consigliere del Partito Democratico, Salvatore Maffettone. Il quesito era inerente alla vicenda di Raffaele Parisi, prima nominato dalla giunta quale membro del coordinamento del Forum dei Giovani e poi successivamente la stessa sarebbe stata revocata.“ Non è chiaro – ha dichiarato Maffettone .- se la nomina sia stata revocata o meno per la sopravvenuta verifica della mancata richiesta dello stesso Parisi a far parte del coordinamento- Chiediamo chiarezza sul punto, in particolare se si a ha intenzione a procedere ad una sostituzione o ad una invalidazione dell’intera nomina (anche degli altri componenti)”. A rispondere sul punto è stato l’assessore alle Politiche sociali, Arcangelo Annunziata che ha voluto, in primo luogo, rimarcare la positività di questa esperienza. Per quanto concerne il merito della vicenda “ Abbiamo rispettato quanto prevede la normativa – ha dichiarato lo stesso Annunziata – la stessa infatti prescrive che il 50% del coordinamento sia di nominato e non di  carattere elettivo. Noi abbiamo abbassato questa soglia al 40%. Detto questo alcuni giovani ci hanno evidenziato che Parisi non aveva formalizzato, così come è previsto, la richiesta a far parte del coordinamento. A tal proposito, dunque, la giunta si è riservata un ulteriore momento di riflessione prima di decidere in merito”.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.