Nola, minacciano giovane imprenditore: arrestati

Nola – La notte scorsa i carabinieri della Compagnia di Nola hanno date esecuzione a 4 ordinanze di custodia cautelare emessa il 16 maggio dal giudice pre le indagini preliminari di Nola nell’ambito di una inchiesta della Procura. Con questo provvedimento sono stati disposti gli arresti domiciliari per due indagati, ed il carcere per altri due. Le accuse sono di illecita concorrenza, minaccia e violenza ai danni di un giovane imprenditore del Nolano. I provvedimenti restrittivi sono stati emessi a conclusione di una complessa attività d’indagine che ha permesso di accertare che i quattro giovani avevano minacciato e picchiato con estrema violenza il titolare di una ditta di vigilanza di Mangliano, che aveva ricevuto l’appalto per lo svolgimento del servizio d’ordine in occasione di feste in alcuni locali del Nolano. La ditta della vittima era in concorrenza con quella degli arrestati, per questo sarebbe scattata l’aggressione, avvenuta lo scorso 10 marzo in un bar di Cimitile. Un raid che causò all’uomo gravissime ferite, in particolare all’occhio rimasto offeso in maniera permanente. I destinatari dei provvedimenti sono Salvatore Buonocore, 31 anni di Nola, in carcere; Luigi Abate, 26 anni di Camposano, in carcere; Michele De Gregorio, 35 anni di Cimitile (ai domiciliari), Stefano Siciliano di Camposano, 25 anni, ai domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.