Nola: questione parcheggi, revocato l’appalto alla ditta

Nola – Giunge ad una svolta la questione relativa alla gestione delle aree di parcheggio. L’ amministrazione comunale guidata dal sindaco di Nola, Geremia Biancardi ha infatti revocato il servizio di gestione delle aree di parcheggio alla ditta aggiudicatrice dell’appalto. Un rapporto che per la verità non è mai decollato. Secondo l’ amministrazione comunale, infatti,  non vi è mai stata la reale possibilità di verificare quanto incassato dall’azienda aggiudicatrice soprattutto in relazione all’ utilizzo dei parcometri. Tutto questo anche per una limitata tecnologia, a cui si aggiunge la non perfetta diligenza, sempre secondo l’amministrazione, dell’azienda. Un combinato disposto che non assicura un efficace servizio di gestione delle tante aree di parcheggio, rendendolo anche poco conveniente per le casse comunali. Dopo vari incontri con la stessa azienda che però non hanno sortito gli effetti sperati, ecco che l’amministrazione si è decisa ad azzerare tutto e ripartire con nuove soluzioni. In particolare, giocare la carta delle cooperative. Nell’immediato, così come è stato stabilito da una recente delibera di giunta, viene stabilito che “il comandante della Polizia Municipale è incaricato di esperire gara informale tra cooperative al fine di assicurare il servizio parcheggi per sei mesi nelle more di normale gara d’ appalto”. “ Il nostro obiettivo – afferma Russo – è quello di arrivare ad una gestione senza più problemi delle aree di parcheggio, facendo sì che non ci siano più incongruenze rispetto alla somma che deve essere versata al comune. Naturalmente sarà fatto un passaggio di cantiere, mantenendo i livelli occupazionali. Va da sé che le cooperative che si candidano per questo servizio devono avere a disposizione unità che abbiano già esperienza nel settore. Dall’altro lato è  un modo per responsabilizzare la forza lavoro al fine di rendere il servizio più efficiente, ottimizzando le risorse”. Anche dai sindacati e dalle stesse maestranze il nuovo orientamento dell’amministrazione sembra essere condiviso. Come è noto anche gli operatori impiegati nel servizio hanno attraversato molti momenti di difficoltà e cercano attraverso le rappresentanze sindacali di giungere ad una soluzione che possa garantire loro stabilità e serenità.

Nella delibera approvata oggi  viene stabilito che l’affidamento a seguito di gara informale deve prevedere la riscossione diretta da parte del comune attraverso parcometri appositamente istallati, presi a noleggio dall’Ente stesso. Il comando di Polizia Municipale, inoltre, deve assicurare il normale scassettamento dei parcometri ed il trasferimento  nelle casse comunali con apposito accredito postale dedicato. Con questa previsione dovrebbero essere scongiurate le incongruenze rispetto all’ incasso proveniente dal servizio parcheggi , garantendo nello stesso tempo che le somme dovute, realmente vengono introitate dalle casse comunali. Quello dei parcheggi, come è noto, è un problema annoso che dura da anni.   Basti ricordare la “ crisi” su questo fronte verificatasi circa due anni fa, quando la ditta aggiudicatrice dell’epoca, abbandonò l’appalto prima del termine della proroga stabilita di concerto con l’amministrazione, creando un vulnus che penalizzò sia l’amministrazione che soprattutto i lavoratori. Questi ultimi rimasero, infatti, senza stipendio, mentre le casse comunali persero degli importanti introiti, visto che le aree di parcheggio, di fatto,  ritornarono libere o per meglio dire “ conquistate “ dagli abusivi. Come si ricorderà la soluzione venne individuata con l’affidamento del servizio alla società partecipata Campania Felix, per consentire l’espletamento delle procedure per la gara a carattere europeo. Ma nemmeno la ditta aggiudicataria ha fornito le giuste garanzie. Ora si spera che con il nuovo corso il problema venga definitivamente risolto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.