Nola:emergenza alcolismo, il sindaco convoca un tavolo per il 13 settembre

Nola -Emergenza alcolismo all’ombra dei Gigli. A richiamare l’attenzione sul fenomeno in sempre progressiva crescita, gli operatori sanitari del Saut (Emergenza Sanitaria 118) di Nola che con una nota indirizzata ai vertici dell’azienda sanitaria, alle forze dell’ordine, al sindaco di Nola Geremia Biancardi, rappresentano la gravità della situazione, sia sul piano sanitario che su quello della sicurezza. In particolare, gli stessi segnalano come  spesso siano costretti a soccorrere ripetutamente soggetti ( extracomunitari e non) affetti da etilismo acuto e/o da stati saporosi di abuso da sostanza stupefacenti che spesso si feriscono in seguito a cadute accidentali per le strade della città. “ Capita con regolare cadenza, specialmente in quest’ultimo periodo – come si legge in una nota dei sanitari del Saut – che lo stesso soggetto venga più volte soccorso nello stesso giorno. Tutto comporta distrazione da eventuali soccorsi più urgenti con dispendio sia di tempo che economico”. Lo stato precario in cui si riducono questi soggetti totalmente dipendenti dall’alcool ha dei risvolti anche sul fronte dell’ igiene pubblica come precisa ancora la nota in questione. “Si segnala anche che frequentemente gli stessi soggetti, per le loro cattive condizioni, disperdono liquidi biologici per le strade o sulle panchine dove loro stessi ‘albergano’. Si tratta di quelle stesse panchine che durante le ore diurne vengono occupare da cittadini normali compresi i bambini”. Una situazione che spinge gli operatori ad agire in fretta. “ Per questo ci rivolgiamo anche all’Uopc (Unità operativa prevenzione collettiva, in quanto organo preposti a bonifiche collettive. Per tale motivo si chiedono appositi provvedimenti, in particolar modo un maggior controllo della città specialmente nelle ore notturne”. Ed il campanello d’allarme del Saut appare certamente fondato oltre che riscontrabile empiricamente da qualsiasi cittadino. Purtroppo, il fenomeno dell’alcolismo è tristemente in crescita. Lo stesso colpisce in buona parte gli extracomunitari, gli stranieri dell’est europeo, ma sempre più frequente anche cittadini locali che vivono condizioni di emarginazione. Del resto, non è raro imbattersi per le strade cittadine in persone con tanto di birra tra le mani, anche in pieno mattino, che ondeggiano pesantemente con un equilibrio precario e completamente in preda ai fumi dell’alcool. Ed è proprio per dare una risposta immediata ad un problema che sempre di più viene avvertito dalla cittadinanza che il sindaco di Nola, Geremia Biancardi, ha convocato un tavolo d’urgenza per discutere della questione. L’appuntamento è fissato per martedì 13 settembre allorché è convocato un incontro sull’emergenza alcolismo in città che vedrà riuniti i rappresentanti del Saut, le forze dell’ordine, e l’ufficio di Piano. L’obiettivo è quello di stilare un programma che possa contenere il fenomeno, elevando al tempo stesso le misure di sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.