Parco a tema, marchio certificato di legalità e centro di ricerca: lo sviluppo del Nolano passa da qui Presentate le linee strategiche per il rilancio dell’area

Nola – Un grande “parco a tema” dove i turisti possono recarsi dopo aver visitato le bellezze della Campania, area nolana compresa.  Una fabbrica del divertimento realizzata  all’interno di un “sistema territoriale della legalità”,  contraddistinto da un marchio certificato che identifichi il Nolano come un territorio a basso rischio criminalità, dove i servizi ai cittadini ed alle imprese diventano più funzionali grazie alla sinergia ed al coordinamento tra gli enti locali. Un nuovo modello, dunque,  che sia scientificamente supportato dall’attività di un centro di ricerca per gli studi regionali e locali che segua gli sviluppi della regionalizzazione nel Paese: dall’attuazione della disciplina originaria alle riforme costituzionali fino ala delicata fase che si è aperta con il disegno di legge sul federalismo fiscale. E’ la ricetta per lo sviluppo dell’area nolana: obiettivi strategici da portare avanti, nel medio e lungo periodo, attraverso l’Agenzia di sviluppo, strumento  per fare del territorio un laboratorio di buone prassi, un’area simbolica del territorio regionale e dell’intero bacino del Mediterraneo. Le linee strategiche per un nuovo programma di rilancio sono contenute nella relazione programmatica, presentata dal presidente dell’Agenzia di sviluppo dei Comuni dell’area nolana, Biagio Ciccone, nel corso di un convegno al quale hanno partecipato esponenti della politica, del mondo accademico ed industriale oltre che amministratori locali e cittadini. “Per accrescere  l’interesse a  livello internazionale verso i settori produttivi ed economici dell’area nolana, occorrerà  predisporre – ha sottolineato Biagio Ciccone – un pacchetto integrato di azioni tese in modo congiunto alla valorizzazione ed alla conoscenza delle potenzialità imprenditoriali ed alla ricerca di accordi sulla sicurezza territoriale”. “In più – ha aggiunto ancora il presidente dell’Agenzia – accanto alla messa in campo di iniziative per migliorare il contesto sociale, valorizzare il patrimonio culturale e modernizzare la macchina amministrativa, occorrerà predisporre una efficace azione di marketing territoriale”. “Solo così –  ha concluso Ciccone – si potrà riscattare il tempo perso, azzerando il gap accumulato a causa di una filosofia di sviluppo calata dall’alto” .

di comunicato stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.