Perseguitava l’ex fidanzata, accoltellava l’ex suocero: tratto in arresto

Nola -Nel mese di gennaio aveva già accoltellato il suo ex suocero. Ma lui, Francesco Parisi, 25enne di Casamarciano proprio non riusciva a rassegnarsi che la storia con la sua ex fidanzata fosse finita. Accecato dalla passione aveva continuato a perseguitare la ragazza, in maniera insistente tanto da costringerla ad un costante stato di paura. L’altro giorno però gli agenti del commissariato di Nola, in particolare la Squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione Anticrimine, agli ordini del primo dirigente dottor Pietro Caserta e coordinati dall’ispettore Antonio Coppola,   hanno tratto in arresto il giovane. L’intervento è giunto dopo un’ attenta attività di indagine delegate dal Sostituto Procuratore della Repubblica Dottor Onorati della Procura della Repubblica di Nola. Il giovane, come evidenziato in precedenza, già lo scorso gennaio si era reso protagonista dei delitti di tentato omicidio, detenzione e porto abusivo di arma da taglio in danno ad un imprenditore di Nola, padre della vittima. Nonché del reato di stalking nei confronti della sua ex ragazza. La vicenda dunque ha inizio qualche mese fa, quando Parisi si reca nei pressi del negozio dove lavora la sua ex fidanzata (a Nola) per convincerla a ritornare insieme a lui. Ne nasce una colluttazione, con il giovane che comincia a picchiare la ragazza. Ad intervenire è il padre  di lei. Parisi a questo punto, armato di coltello a serramanico, sferra numerosi fendenti nei confronti dell’uomo cagionandogli gravi lesioni personali, attingendolo al dorso ed al torace. L’insano gesto scaturiva dal fatto che il giovane ad ogni costo pretendeva che la ragazza proseguisse la relazione sentimentale con lui. Già in passato, in tempi diversi, aveva minacciato la ragazza ed altri componenti del suo nucleo familiare, tanto da cagionare loro un perdurante stato d’ansia e intimidazione. Gli stessi erano stati addirittura costretti a modificare le proprie abitudini di vita perché timorosi per la propria incolumità. E nemmeno l’episodio dell’accoltellamento nei confronti  dell’ex suocero aveva fatto recedere il ragazzo dal comportamento aggressivo. Proprio per questo, gli agenti di Polizia e lo stesso Sostituto Procuratorre Onorati, hanno sempre attenzionato il giovane fino alla decisione dell’arresto dell’altro giorno. Una misura ritenuta necessaria per evitare che si potessero verificare altri gravi episodi. Il giovane attualmente è agli arresti domiciliari.

di redazione cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.