Pollicino: il ritorno di una nolana alla Piedigrotta barrese

Festa dei Gigli 2011, les jeux sont faits: tra riconferme, partenze e arrivi, si delineano i prossimi protagonisti della “Piedigrotta Barrese”. Sei le paranze schierate ai nastri di partenza, anche se i riflettori sono già tutti puntati su una sola di queste: la Pollicino.“La sera in cui è stato chiuso l’accordo con la famiglia Pollicino,  confesso d’essermi emozionato, perché uno dei miei più grandi desideri, da appassionato della Festa dei Gigli, era di poter riavere una paranza nolana, alla nostra Piedigrotta”. A raccontarsi  è Antonio Petrone, presidente del Comitato “Ritorna ‘a Festa Atto IV”,  uno dei Comitati più innovativi dei “Gigli barresi”, che è riuscito laddove in tanti avevano fallito, durante questi ultimi nove anni: riportare “Nola a Barra”!

Il progetto più grande, in cui ci siamo impegnati nelle precedenti edizioni della Festa, ha riguardato l’arricchimento delle nostre tradizioni  locali e, non  a caso, abbiamo sempre indirizzato l’attenzione su paranze provenienti da altre realtà festive. Infatti, è nostro grande vanto,  aver tenuto  a  battesimo l’esordio dei  Tigrotti crispanesi,  qui a  Barra, nel 2009”. Salvaguardia della tradizione all’insegna della novità: ecco, quindi, la parola d’ordine di questo “anomalo” Comitato che, nel corso delle sue quattro partecipazioni alla kermesse barrese, ha promosso inconsuete iniziative quali, ad esempio,  il bando di concorsi  pubblici che decretassero il rivestimento in cartapesta del Giglio. Protagonisti ed eventi riguardanti la Storia dell’Unità d’Italia. Ri…disegniamo la Storia,  questo il tema indetto, per 2011, in occasione del 150 ̊ anniversario dell’Unità d’Italia. “Nel 2003- continua Antonio- con un gruppo di appassionati, abbiamo dato vita ad un’Associazione, Passione Infinita,  e promuovendo eventi e manifestazioni a carattere culturale, abbiamo lavorato affinché potesse essere intrapresa una riqualificazione e una ripresa della Festa dei Gigli di Barra. Riuscire a costituire un Comitato di tanti giovani,  era il nostro primo traguardo, documentare, con i fatti, che fare un Giglio a Barra  solo ed unicamente per puro divertimento  fosse possibile, è stato il secondo.”

Lo scorso 28 novembre, qui a Barra, l‘inizio dell’avventura, con l’alzata dello striscione: tantissimi gli appassionati accorsi a salutare, con tutti gli onori, gli amici nolani giunti alla manifestazione. Degna di nota, l’iniziativa di un giovane cullatore della Mondiale, Vincenzo Veneruso, che assieme ai responsabili e ad una nutrita delegazione della paranza biancoblu, ha omaggiato il capo paranza, Gennaro Pollicino, con una targa, quale simbolo di un sincero bentornato alla storica paranza nolana, nella nostra Piedigrotta. “Noi tutti –conclude, infine, il presidente– siamo convinti che la serietà, la competenza e soprattutto la compattezza di tutto l’entourage della paranza Pollicino, sarà per il Comitato un validissimo biglietto da visita, per trasformare la  nostra festa in  uno dei momenti più coinvolgenti, e di qualità, della prossima Piedigrotta Barrese”.Durante la trascorsa edizione, a 15 giorni dalla domenica della ballata, è venuto a mancare uno dei soci fondatori del Comitato “Ritorna ‘a Festa”, Nicola Perna, un grande amico della Festa dei Gigli e di tutti noi; alla sua memoria sarà dedicata la kermesse del 2011..del resto, nessuno di noi dubita che Nicola avrà approvato, appieno, la scelta fatta dal Comitato circa la paranza..

 

di Elisabetta Nappo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.