Quattro anni e sei mesi per Maddalena Lombardi

Nola – Quattro anni e sei mesi. E’ questa la sentenza inflitta a Maddalena Lombardi, moglie del boss Salvatore Russo emessa dalla Corte d’Appello di Napoli II sezione. La donna venne arrestata nel 2008, insieme a Domenico Russo altro elemento apicale del clan Russo,  con l’accusa di aver costretto i dipendenti del supermercato che gestiva ad incassare meno rispetto a quanto gli era dovuto.  In primo grado i due vennero condannati ad 8 anni. L’altro giorno, la sentenza di appello ha di fatto ridotto le pene a 4 anni e 6 mesi, non riconoscendo l’ aggravante del metodo mafioso. Dunque accolta la tesi difensiva degli avvocati Nicola Saetta e Sergio Cola che hanno sostenuto come il mancato pagamento della totalità degli stipendi dovuti ai dipendenti del supermercato non fosse frutto di un’ azione estorsiva ma la conseguenza di un accordo stipulato al momento delle assunzioni. L’ accoglimento di questa tesi ha determinato lo sconto di pena rispetto alla sentenza di primo grado.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.