Rifiuti, i sindaci del Nolano giudicano irricevibile la bozza di accordo inviata dalla Provincia

Nola – I sindaci del Nolano giudicano “irricevibile” la bozza di accordo di programma per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti  inviata dalla Provincia di Napoli il 15 luglio.“Il documento – spiega il presidente del Coordinamento dei Comuni dell’area nolana Andrea Manzi – rappresenta un incomprensibile dietrofront da parte della Provincia che aveva ritenuto condivisibili le osservazioni sollevate dalle amministrazioni comunali nei mesi scorsi”. “Per quanto ci riguarda – afferma ancora Manzi – continuiamo a dichiararci disponibili a  sottoscrivere l’accordo più volte condiviso con l’amministrazione provinciale”. La bozza di intesa cui fanno riferimento i primi cittadini dell’area nolana è quella che porta la data del 5 maggio 2011  e che, tra l’altro, prevede: che allo Stir di Tufino non possano più conferire quei comuni della Provincia di Napoli che non fanno raccolta differenziata nelle percentuali minime previste dalla legge; che si escluda l’apertura di nuove discariche nel Nolano; che, per operazioni di ricomposizione ambientale di discariche chiuse ed esaurite o di cave abbandonate e dismesse, la Provincia di Napoli si impegni ad utilizzare esclusivamente i rifiuti biostabilizzati con codice CER 19.05.03 provenienti solo dallo STIR di Tufino e soprattutto in  quantità non superiori a quelle imputabili ai rifiuti conferiti dai comuni dell’area nolana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.