San Paolo Bel Sito: Si rinnova il culto per la Madonna dell’Arco

San Paolo Bel Sito – Al di là delle temperature, un po’ freddine per la giornata dopo la Santa Pasqua, a riscaldare i cuori è stata la forte spiritualità che ha coeso la comunità sanpaolese in questa settimana santa appena terminata. L’ultima esperienza, fortemente sentita, e a cui logisticamente non hanno potuto partecipare in molti, è stato il pellegrinaggio dalla Chiesa San Paolo I Eremita verso il santuario della Madonna dell’Arco a Sant’Anastasia. Più di quindici chilometri, a piedi, dopo l’esperienza della Santa Messa delle ventiquattro. La tradizione dei devoti alla madonna miracolosa, che è assai venerata nella zona vesuviana, vuole proprio che nella giornata del lunedì in albis i pellegrini vadano scalzi a rendere omaggio alla propria Signora. Esperienza che ha suggellato momenti di forte raccoglimento vissuti durante l’intera settimana appena passata. La scorsa domenica, difatti, c’è stata la prima rappresentazione vivente della passione di Cristo, che ha dato il via a giorni ricchi di appuntamenti. Una folla di curiosi e fedeli ha partecipato in massa, nella domenica delle Palme, seguendo le scene della via Crucis rappresentate in tutto il Bel Sito. Organizzata su alcune strade principali della città, finanche nella collinetta di Livardi, dove si è svolto il momento di massima tensione emotiva con la Crocifissione, che è apparsa quasi reale, di Cristo. Un’altra tappa fondamentale in questo cammino di fede e di rinascita per l’intera comunità religiosa è stata la veglia nella notte tra giovedì e venerdì. Molte le donne presenti, nella Chiesa della Congrega del Corpus Domini, ma anche diversi giovani che, insieme alla guida spirituale di Don Fernando Russo,  hanno pregato tutta la notte dinanzi all’altare dei Santi sepolcri, egregiamente allestito da una parte dei fedeli. Il cammino pasquale è un momento di rinascita e di crescita spirituale, o almeno dovrebbe rappresentare uno spazio di riflessione nella vita di ogni cattolico praticante. E a San Paolo Bel Sito si è cercato di dare questo senso ultimo e profondo aderente alla fede cristiana.

 

di Alfonsina Della Gala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.