Somma Vesuviana: La Gori non mantiene le promesse ed i cittadini non ci stanno

Somma Vesuviana – Il 30 giugno 2011 è stato il giorno termine che secondo la promessa dettata dalla Gori avrebbe visto il ripristino dell’acqua, cosa che invece non è accaduta. I cittadini dopo l’ennesima beffa sono scesi di nuovo in strada questa mattina primo giorno di luglio e, lasciando da parte il tono civile delle scorse manifestazione, hanno sfogato la propria rabbia rivoltando cassonetti colmi di immondizia per le stradi principali della cittadina. Il dissenso comune si è rivolto non soltanto alla Gori, che con un nuovo fax ha fatto sapere di non riuscire a ripristinare la situazione come invece, aveva auspicato qualche giorno fa, ma anche verso il panorama politico rappresentato dalla figura del primo cittadino il Dott. Raffaele Allocca. Il Sindaco dopo aver parlato pubblicamente nel cortile della sede municipale proprio ieri mattina, ora non rilascia comunicazioni. La situazione in queste ore sembra peggiorare maggiormente e intanto si possono già leggere e ascoltare dichiarazioni molto forti: << Chiediamo ai consiglieri di minoranza-  dice Domenico De Falco – di pretendere un consiglio comunale straordinario, in seno al quale presentare una mozione di sfiducia al sindaco. Sì, i consiglieri devono chiedere le dimissioni del sindaco>>.

di Sonia Sodano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.