Avvocati in protesta, bloccate udienze civili e penali

Nola – Si è tenuta stamattina, nella sede del Tribunale, l’Assemblea degli iscritti all’Ordine degli Avvocati di Nola, convocata per discutere sulla Manovra economica 2011, alla luce dell’ultima modifica di agosto e per aderire al “Patto per la giustizia e per i cittadini”, indetta dall’Organismo Unitario dell’Avvocatura (OUA). La mifestazione, ricordiamo, si è svolta in contemporanea, presso tutti i Tribunali d’Italia. Ieri ed oggi, infatti, in contemporanea in oltre 100 Tribunali d’Italia si discute, si protesta e si propone. L’Ordine di Nola ha fortemente voluto la fattiva partecipazione a questa iniziativa di tutte le componenti politiche e sociali che insistono sul nostro territorio enti, scuole, università, politici e soprattutto i cittadini nella ferma convinzione che gli obiettivi sono e devono essere comuni. Gli Avvocati Nolani hanno letteralmente gremito il salone delle Armi della Reggia degli Orsini, a testimonianza di quanto il tema sia particolarmente sentito e avvertito come cruciale per il futuro della categoria. Presenti sia veterani del foro della città bruniana che giovani leve, tutti accomunati da una forte preoccupazione per il proprio futuro. Le novità legislative degli ultimi mesi, a partire dai recenti aumenti del contributo unificato e l’introduzione di nuove tasse in procedure una volta considerate esenti, in quanto sottese alla tutela di diritti costituzionalmente garantiti, fino alla modifica delle circoscrizioni giudiziarie e la liberalizzazione delle professioni, unite alla obbligatorietà della Mediazione e in un contesto di grave crisi economica che sembra non mollare il mondo occidentale, hanno generato un allarme diffuso che rende poco sereno lo sguardo verso il futuro da parte dei legali italiani. All’Assemblea degli iscritti erano presenti anche l’avv. Agostino Maione, componente della Giunta esecutiva dell’OUA e le Associazioni forensi. Assenti giustificati i Parlamentari impegnati nelle rispettive sedi legislative, mentre è stata notata e sottolineata l’assenza dei primi cittadini dei Comuni che insistono nell’ambito della giurisdizione del Tribunale di Nola. «È stata un’Assemblea particolarmente affollata, a cui hanno partecipato numerosissimi gli iscritti al Foro di Nola e soprattutto qualificata per gli interventi che si sono succeduti: una prova della straordinaria attenzione degli avvocati di questo Foro sui temi cruciali per il futuro del Paese – dichiara l’avv. Agostino Maione, componente della Giunta esecutiva dell’OUA -. È anche un segnale incoraggiante per l’Organismo Unitario dell’Avvocatura a continuare le dure battaglie condotte, in particolare, negli ultimi mesi: battaglie ampiamente condivise e sostenute dalla base».

«Oggi si è fatta sentire l’Avvocatura impegnata per la tutela dei diritti dei cittadini, che vuole impedire il prevalere degli interessi economici di parte e delle lobbies – continua l’avv. Maione – che è pronta a scendere in campo per la difesa e la centralità del diritto nella nostra società».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.