Camposano: la lista “Impegno per Camposano” si presenta

Ieri, a Camposano ha preso il via la campagna elettorale che accompagnerà le tre liste in corsa alle elezioni del 15-16 maggio. Presso l’Opera Parrocchiale del paese, la lista n° 1 “Impegno per Camposano”, con il candidato a sindaco Pasquale Quatrano, ha presentato i suoi candidati e dato un quadro del proprio programma politico. Il candidato a sindaco ha iniziato spiegando la ragione del simbolo della lista, la fenice, uccello leggendario che rinasce dalle proprio ceneri, usando un abile metafora per alludere alla situazione del paese e alla speranza di una sua rinascita. Dopo aver sottolineato la spontanea adesione di tutti i candidati, egli ha affermato che la sua lista, fatta di persone “serie, responsabili, competenti ed oneste”, è pronta ad affrontare il momento critico che il paese sta attraversando. Fondamentale risulta rispondere ai bisogni della cittadinanza, innanzitutto, il recupero della cultura del paese che deve portare ad una sana integrazione di culture diverse. A tal proposito ha sottolineato l’importanza delle politiche sociali che dovranno essere basate proprio sull’integrazione, sul sostegno degli anziani, sulle associazioni di volontariato. Non poteva mancare il riferimento all’attenzione che esse si propongono nei confronti delle famiglie e dei giovani, questi ultimi chiamati ad essere protagonisti di attività quali incontri e forum nonché animatori del centro giovanile. Il dottor Quatrano ha poi continuato soffermandosi sul problema della sicurezza, sulla riqualificazione degli impianti sportivi, sul miglioramento della qualità dell’ambiente, sulla collaborazione con gli istituti scolastici e la parrocchia. È stato poi affrontato il problema economico, un problema che deve essere risolto con la lotta ad ogni forma di abusivismo, riequilibrando il principio di equità fiscale, con la riqualificazione di attività produttive, lo sviluppo paesaggistico, il rispetto del territorio agricolo, la riduzione dei costi di gestione del comune e delle tasse ai cittadini. Importante poi l’eliminazione del vincolo paesaggistico ridotto ai soli primi 30 metri dalle sponde dei due alvei, innalzando così il tasso di edificabilità. Il candidato a sindaco si è poi soffermato sull’importanza di recuperare il centro storico del paese e la necessità di demolire interi fabbricati per costruirne nuovi, più solidi e a norma antisismica; ha parlato di una revisione del piano casa che consenta di individuare aree per l’edilizia con la costruzione di alloggi moderni a costi ridotti per agevolare le giovani famiglie. Ha poi sottolineato l’importanza di costruire piste ciclabili, zone verdi, di valorizzare gli immobili comunali, di migliorare le strutture scolastiche per renderle più stabili e sicure riducendo anche i costi di gestione attraverso impianti fotovoltaici. La riqualificazione del rione IACP prevede una forte attenzione per il recupero di strade, marciapiedi, piazze, nonché del campetto di tennis e di calcio e del bocciodromo. È stata poi la volta della capolista Carmela Rescigno che ha presentato i candidati: Lucia Cerqua, Pasqualino Biancardi, Angelo De Sarno, Giuseppe Antonio Gatta, Florestano Lace, Aniello Miele, Vincenzo Rumma, Gaspare Scala, Giuseppe Scala, Giuseppe Serse, Giuseppe Siciliano. La dottoressa ha parlato di una squadra nuova che può cambiare il paese liberandolo “vecchi personaggi anacronistici e in cerca di autore”. La parola è passata poi ad uno dei candidati, l’avvocato Giuseppe Serse, che in un discorso molto infuocato ha sottolineato la correttezza e l’onestà intellettuale sua e degli altri candidati che non vogliono vincere “per somma aritmetica di voti ma per volontà del popolo”. La presentazione della lista è terminata con un ultimo breve intervento di Quatrano che si è rivolto ai suoi definendoli “onesti e lavoratori”.

di Antonio F. Vetrano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.