Città di Atripalda – Palmese 0-1: terza vittoria consecutiva per i rossoneri

CITTA’ DI ATRIPALDA: Caruccio, Tancredi, Sicignano, Mesisca, Galliano ( 25’ st. Corrado), Tirri, Ercolino ( 33’ st. Corrado), Rupa, Simone, Loasses, D’Acierno ( 1’ st. Modesto). All. Montanile. A Disposizione: Imparato, Tullino, Colella, Ambrosio.

PALMESE: Carezza, Nisi, Architravo, La Marca, Angieri, Scognamiglio, Manco (20’ st. Di Lauro), Visone, Palmieri, Di Luccio, Stanzione ( 25’ st. Montoro). All. Monaco. A Disposizione: Caliendo, Castiello, Di Giacomo, Maffettone, Arianna.

ARBITRO: Ontano di Salerno

MARCATORI: 18’ pt. Palmieri

NOTE: Spettatori 100 circa, tempi di recupero 3’ pt. –  4 st. Ammoniti Mesisca, Palmieri. 43’ pt. Espulso Sicignano per fallo di reazione.

 

Nove punti in tre partite per gli uomini di mister Monaco, autori anche ad Atripalda di una pregevole prestazione che consente di conquistare punti meritati.

Onore anche ai giovani tifosi, che anche in terra irpina non hanno fatto mancare il loro apporto, incitando per tutta la gara i propri beniamini.

Ottimo inizio dei rossoneri, anche se la prima occasione è per i padroni di casa, all’ 8’ cross di Ercolino per D’Acierno il suo destro sfila a lato, Carezza controlla. Ma alla prima occasione i rossoneri passano, cambio di gioco di Architravo per Visone e palla a Palmieri che indisturbato in area piccola firma il vantaggio. Un primo tempo ottimo per la Palmese, che si dimostra padrona del centrocampo e piena di spunti. Al 28’ è Manco ad avere la palla buona per il raddoppio, il suo diagonale, da posizione invidiabile, non è perfetto.

I padroni di casa però non ci stanno e nel finale prendono campo, cercando di aumentare la pressione, senza tuttavia pervenire al tiro. Proprio allo scadere della prima frazione, però, i nervi si surriscaldano. Fallo di reazione di Sicignano su Palmieri e Atripalda in 10, con Ontano di Salerno a disinnescare una possibile rissa. La ripresa non offre molto, complice le cattive condizioni del terreno di gioco dovute al diluvio abbattutosi sulla cittadina avellinese. L’unico spunto degno di nota arriva allora dai piedi di Loasses che da trenta metri impegna Carezza. Il portierino rossonero è baravissimo e senza farsi ingannare dalla traiettoria del pallone salva, anche grazie all’aiuto della traversa.  Al 27’ è  Montoro ad avere la palla buona per il raddoppio, supera un avversario, entra in area e sul suo tiro Caruccio è strepitoso. La restante frazione di gioco non offre ulteriori spunti, lla Palmese controlla e cerca di piazzare il colpo del kappaò, i padroni di casa sembrano non averne ed alla fine i rossoneri possono festeggiare.

 

di Biagio Arentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.