Conservatorio: al via le iscrizioni per l’anno accademico 2011/2012 . Al pianoforte, sassofono e violino si aggiunge il canto

Dopo il violino, il sassofono ed il pianoforte, ora arriva anche il canto in Città. E’ questa infatti la novità assoluta che interessa la sede decentrata bruniana del Conservatorio Statale “D. Cimarosa” di Avellino. Per l’anno accademico 2011/2012 iscrizioni aperte dal  3 ottobre al 23 ottobre 2011. Nell’arco di questo periodo sarà possibile presentare:

1)Domanda di iscrizione per gli alunni che sono già in corso di studio.

2)Domanda per le ammissioni ai Corsi Pre – Accademici di Pianoforte, Violino, Sassofono e Canto.

La modulistica potrà essere scaricata da Internet (sito del Conservatorio “D. Cimarosa” www.conservatorio.avellino.it ) o ritirata presso gli Uffici dell’Assessorato ai Beni ed Attività Culturali presso il Palazzo di Città (il martedì ed il giovedì in orario pomeridiano).

Gli esami di ammissione, previa iscrizione, si terranno venerdì 28 ottobre 2011 alle ore 15,00 presso l’Istituto Comprensivo “Bruno – Fiore” in via Mario De Sena a Nola.Le domande, debitamente compilate e complete di ricevuta di versamenti, possono essere presentate presso la Segreteria del Conservatorio di Avellino o presso gli uffici dell’Assessorato alla Cultura dell’Ente di piazza Duomo negli stessi giorni ed ore già indicati.Le lezioni inizieranno nel mese di novembre nel rispetto dei calendari ministeriali.

“Con grande gioia annunciamo l’avvio di un nuovo anno musicale in Città – ha dichiarato l’Assessore ai BBCC Maria Grazia De Lucia Serpico -. E con viva soddisfazione oggi possiamo anche comunicare che alle discipline individuate e riconfermate nell’anno accademico 2011/2012 come pianoforte, violino e sassofono, si aggiunge il canto. Una scelta maturata a seguito delle tante richieste pervenuteci in questi mesi da parte di giovani desiderosi di poter esprimere, studiando in loco, la loro passione canora. Un dato verso il quale, ancora una volta, l’Amministrazione Biancardi si è dimostrata sensibile attuando tutta la procedura necessaria per l’attivazione del nuovo corso. Nola si riconferma dunque “polo formativo” delle giovani promesse dell’intera area con l’auspicio – ha concluso De Lucia Serpico – che dal prossimo anno l’attuale sede decentrata del Conservatorio di Avellino diventi sede autonoma a tutti gli effetti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.