E correndo correndo…ritorna la STRAGIGLIO NOLANA

Ritorna la stragiglio, uno degli eventi più attesi dell’anno per lo sport nolano, uno dei momenti più divertenti per i podisti di tutte le età che ,correndo,atteversano le strade della nostra città. L’evento per quest’anno si è svolto lo scorso 29 maggio, con partenza dal corso Tommaso Vitale, alle ore 9.30, quando si è dato il via ad una corsa lunga 3 km. Come sempre tantissimi ragazzi di tutte le età, hanno incrementato questo cordone umano, che quest’anno ha visto la presenza di circa 1000 persone. Una manifestazione promossa, sin dalla sua fondazione, dall’associazione sportiva over-ant, presieduta dal dottore Strocchia Felice, che con la preziosa collaborazione della professoresse di educazione motoria  Ariola  e Caliendo, animano di anno in anno questa fantastica esperienza, che appassiona sempre più le varie generazioni nolane. Tanti gli sponsor che hanno aiutato a realizzare questo evento, distribuendo bevande e merendine a tutti i partecipanti, che alla fine della corsa sono stati premiati con una medaglia, mentre i vincitori hanno ricevuto la coppa. Inoltre quest’anno l’Acs ( associazione sportiva), che coordina tutte le attività podistiche in Italia, ha premiato la stragiglio nolana con la medaglia d’oro, perché è risultata la prima manifestazione in Italia, non agonistica per numero di partecipanti. Inoltre questa meravigliosa giornata, è stata accompagnata da una gara pittorica sulla stragiglio, alla quale hanno partecipato tutti i bambini delle varie scuole elementari del territorio nolano. Una vera gara artistica curata dal prof. Carmine Vecchione, dove i piccoli concorrenti si sono dovuti cimentare nella rappresentazione di cosa fosse per loro la stragiglio e quale significato avesse per loro uno sport, quale la corsa. Insomma Nola fa sempre la differenza e quest’anno a maggior ragione per la medaglia d’oro ricevuta in occasione della stragiglio, è stata riconosciuta come la più importante a livello nazionale…ora si attende la prossima e chissà se non si avrà un riconoscimento anche a livello europeo, lo scopriremo solo…correndo!

di Rossella Avella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.