Festa dei Gigli 2011 – In arrivo l’ordinanza del Sindaco Biancardi

Nola – Un vademecum che disciplini la Festa dei Gigli. A firmarlo è il Sindaco di Nola, Geremia Biancardi, nell’ordinanza che, nei prossimi giorni, sarà notificata ai Maestri di Festa e ai capi paranza coinvolti nella kermesse di domenica 3 luglio 2011. Diversi i punti stabiliti dal primo cittadino, con l’ausilio delle Forze dell’Ordine e di un’apposita commissione durante la riunione tenutasi quest’oggi nell’aula consiliare dell’Ente di piazza Duomo cui erano presenti anche i responsabili delle singole Corporazioni e paranze.  Massimo rispetto dei tempi, soprattutto durante la ballata della domenica mattina in cui è prevista la benedizione delle Macchine da Festa da parte del Vescovo Depalma entro le ore 13. Così come dei tempi prestabiliti saranno fissati anche durante la processione pomeridiana nei punti storici del percorso. Tempi che interesseranno l’intera “via dei Gigli” a cominciare da piazza Duomo, in cui la prima Corporazione, quella dell’Ortolano, incomincerà la sua esibizione alle ore 16. “Una scelta obbligata – ha commentato il Sindaco Biancardi – tesa a cercare di evitare i ritardi ingiustificati dello scorso anno. Ritardi che hanno fortemente condizionato il regolare svolgimento della kermesse e che, per la prima volta nella storia della Festa dei Gigli, hanno decretato l’applicazione di sanzioni per i trasgressori. Oggi si punta a migliorare la Festa, a far sì che ritorni ad essere momento di affermazione dei valori di fede, fratellanza, solidarietà, comunione fraterna e collaborativa. Obiettivo quest’ultimo sollecitato soprattutto dal Vescovo di Nola, Mons. Beniamino Depalma. Ora più che mai risulta quindi indispensabile l’istituzione di un vademecum che rispecchi in toto il “verbo” paoliniano”. Un’ordinanza che richiama il rispetto delle regole dunque ma che, nel contempo, punta anche al recupero delle antiche tradizioni con la possibilità di ripristinare i “vecchi” Premi Comunali (Premio Girata Carceri e Premio Vico Piciocchi), con l’ eventuale istituzione di un terzo Premio assegnato al Giglio che avrà rispettato in pieno quanto stabilito dal primo cittadino. Un punto quest’ultimo al vaglio dell’Ente Festa nella prossima riunione. “Una bella tradizione persasi negli ultimi anni che intendiamo riprendere nel programma di recupero della kermesse – ha continuato il Sindaco Biancardi -. L’istituzione dei Premi, all’ordine del giorno nel prossimo Cda dell’Ente Festa, non intende minimamente alimentare la competizione tra le paranze, anzi. Punta semplicemente a “gratificare” con un riconoscimento coloro che, per vari e giusti motivi, si distingueranno durante la processione pomeridiana, sia nei punti specificati nell’ordinanza, che durante l’intero percorso. A giudicare le singole esibizioni dovrebbe essere un’apposita commissione all’uopo costituita. Il nostro è un impegno a 360°, di certo non abbiamo la presunzione di voler cambiare la Festa in pochi mesi ma auspichiamo che, poco alla volta, possa fare quel salto di qualità che tanto merita”.

 

di Autilia Napolitano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.