Nola, assegnazione dei Gigli 2012: interviene la Procura

Nola – Assegnazione dei Gigli 2012: interviene la Procura. Sequestrata  l’intera documentazione che era al vaglio dell’amministrazione comunale per l’assegnazione delle macchine da festa relativa al prossimo anno.  Al momento non sono noti i motivi investigativi, ma appare chiaro che l’intento della Procura è quello di garantire la massima trasparenza e regolarità amministrativa di  un atto molto sentito dall’intera cittadinanza. L’assegnazione era stata fissata, come si ricorderà, per domenica della ballata a mezzanotte. Tutto questo per ripristinare, come del resto già accaduto lo scorso anno, una consolidata tradizione che vuole che la nuova Festa nasca nello stesso momento in cui si sta concludendo quella vecchia.  Del resto lo stesso  poeta soleva affermare “ Sta Festa tant nasce quann more”.  L’assegnazione però era stata rimandata di qualche giorno per consentire un maggior approfondimento delle pratiche. Con l’intervento della Procura i tempi sono destinati ad allungarsi ulteriormente. L’ assegnazione è da sempre  un atto molto atteso in città e proprio per questo molto spesso è accompagnato anche da polemiche. Il criterio su cui è incardinata l’assegnazione è quello dell’anzianietà del rappresentante di categoria. Un’ anzianietà valutata sia sulla base anagrafica che su quella contributiva. Valutazioni che molto spesso non sono semplici da effettuate  e che richiedono un approfondimento delle pratiche. Per quest’ anno, dunque, la Procura ha ritenuto di intervenire per verificare se il tutto sta procedendo in maniera trasparente. Un intervento salutato con favore dall’amministrazione comunale, in primo luogo dal sindaco Geremia Biancardi. “ Ci sentiamo maggiormente tutelati e garantiti – ha dichiarato Geremia Biancardi – l’intervento della Procura ci garantisce ancor di più e renderà l’ assegnazione ancor più trasparente ed al di sopra di ogni sospetto”. Per l’assegnazione dei Gigli e della Barca per l’anno 2012 occorrerà, dunque, attendere ancora un po’. L’ intero incartamento dovrà in primo luogo tornare nuovamente nella disponibilità dell’ amministrazione prima di poter procedere all’assegnazione e far ripartire il” moto perpetuo” della tradizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.