Nola, Regi Lagni: pronto l’intervento di bonifica della Regione

Nola – Regi lagni nel nolano. Ora c’è il finanziamento per la riqualificazione degli alvei. Dopo anni in cui i comuni bruniani sono rimasti soli a fronteggiare le emergenze idrogeologiche causate dalla cattiva manutenzione degli alvei realizzati dai Borboni ed oggi di competenza della Regione, arriva il tanto agognato sostegno dall’ente di Palazzo Santa Lucia. L’assessorato all’Ambiente della Regione Campania, infatti,  ha ammesso a finanziamento una serie di progetti presentati dai Comuni che rientrano nell’area vasta dei Regi Lagni per l’importo complessivo di 1,173 milioni di euro. In particolare, 552mila euro serviranno a sostenere l’attuazione delle Agende 21 locali di 23 amministrazioni comunali, i cui progetti per lo sviluppo sostenibile sono stati ritenuti idonei. “Sono interventi – spiega l’assessore Giovanni Romano – che testimoniano l’impegno della Regione rispetto alla sostenibilità ambientale e alla valorizzazione delle risorse naturali, anche nell’ottica del risparmio energetico. Un’azione che, tra l’altro, rappresenta anche un’attenzione verso un’area, quale quella dei Regi Lagni, particolarmente critica dal punto di vista ambientale e che è già al centro delle politiche della Giunta grazie al grande progetto relativo proprio al risanamento e alla valorizzazione ambientale di quel territorio”. E l’ annuncio del tanto atteso provvedimento è accolto con grande soddisfazione all’ombra dei Gigli. “ Si tratta di un provvedimento che certamente va nel senso di un concreto sostegno dei comuni attraversati dai Regi lagni – ha dichiarato l’assessore all’urbanistica del comune di Nola Roberto De Luca – da anni chiedevamo un intervento di questo genere. I tratti degli alvei per buona parte versano in cattivo stato, visto che la regione, da anni, nonostante la competenza in materia, non ha provveduto ad assicurare una normale ed adeguata manutenzione. In casi eccezionali e particolarmente gravi siamo intervenuti come comune con delle somme urgenze, con pesanti esborsi di risorse mai rimborsate dalla stessa Regione. Proprio per questo credo – continua Roberto De Luca – vada sottolineata la grande valenza del provvedimento che gioverà sicuramente anche e soprattutto al nostro comune che è attraversato da vari alvei. In particolare abbiamo l’Alveo Quindici, l’Alveo Casamarciano e l’Alveo Rosario”. Come è noto i tre alvei molto spesso sono ricettacolo di ogni sorta di rifiuti. In occasione di precipitazioni anche non particolarmente intense, questo tipo di materiale finisce per ostruire i canali e la massa d’acqua trasborda dagli argini causando pericolosi allagamenti. “ Siamo stati in molte occasioni vicini all’irreparabile – continua ancora lo stesso Roberto De Luca –  come qualche anno fa allorché in Via Amilcare Boccio si verificò un’ esondazione di acqua e fango che invase garage, depositi, scantinati, e buona parte della sede stradale. Ripeto in questi anni – conclude De Luca – a mancare è stata la manutenzione ordinaria. Subito dopo l’eliminazione degli addetti alla sorveglianza dei regi lagni la situazione è andata progressivamente peggiorando. Lo stesso Ente di Bonifica per l’Alto Volturno non ha mai svolto a pieno il proprio ruolo, pur esigendo dai cittadini la tassa. Il recente provvedimento della regione Campania guidata dal presidente Caldoro rappresenta in tal senso un’ inversione di tendenza anche se non bisognerà fermarsi qui”.  Il vero obiettivo sarà quello di riuscire a garantire una manutenzione ordinaria costante per evitare che dopo questo intervento straordinario, si vadano a ricreare le condizioni di criticità presenti oggi. Pensa già al dopo l’assessore all’urbanistica Roberto De Luca, in merito all’intervento deliberato di recente dalla regione Campania, in merito alla riqualificazione e ripulitura generale dei Regi Lagni. “ E’ importante che dopo che questi canali saranno stati ripuliti e cavati a fondo – afferma lo stesso De Luca – si proceda ad opere di consolidamento degli argini al fine di innalzare i livelli di sicurezza. Inoltre sarà importante garantire una periodica ed ordinaria manutenzione, altrimenti in breve tempo le criticità di oggi si ripresenteranno in breve tempo  in maniera puntuale e grave. Sarebbe opportuno in seguito – prosegue ancora lo stesso De Luca – che la Regione stipuli delle convenzioni con enti del territorio affinché venga garantito un attento monitoraggio ed un’ accurata manutenzione dei regi lagni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.