Nola:nuova task force del comune contro i 6×3

Nola- La bonifica delle strade cittadine dall’inquinamento visivo delle plance pubblicitarie 6×3 non si arresta nemmeno nel mese di agosto. La “ crociata” portata avanti dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Geremia Biancardi ha portato all’abbattimento di nuove plance pubblicitarie, proprio in questi caldissimi giorni di agosto. Circa una ventina i 6×3 abbattuti. La nuova task force è stata eseguita dal comando vigili urbani, dopo un lungo e certosino lavoro di censimento, accertamento, oltre che di preavviso ai proprietari a rimuovere le plance .Due le arterie particolarmente interessate dall’ultima azione di bonifica. Si tratta segnatamente di Via Variante Sette Bis e di Via Taranto. Nel mirino sia le plance completamente abusive che quelle autorizzate. L’obiettivo dell’amministrazione è un azzeramento totale propedeutico ad un nuovo piano di sistemazione dei 6×3. Del resto nella nota inviata ai proprietari delle plance autorizzate è stato specificato che la rimozione in oggetto era soltanto momentanea al fine di consentite un nuovo riposizionamento e che i concessionari non avrebbero perso i diritti acquisiti. Dunque l’abbattimento di questi giorni ha riguardato anche quanti non si sono attenuti a questa disposizione, oltre, naturalmente, quelle plance completamente abusive. Permane dunque la linea dura dell’amministrazione affinché il decoro urbano venga salvaguardato. Sino ad oggi, sono oltre settanta i cartelloni pubblicitari abusivi rimossi. Ma l’attività non è ancora conclusa e nelle prossime settimane ne saranno rimossi altri. Il sindaco spiega che “sono stati smantellati sia i cartelloni totalmente abusivi, ossia sprovvisti di autorizzazioni sia quelli che erano stati sistemati in violazione al codice della strada. Nello specifico quelli che erano pericolosi per la circolazione delle auto perché riducevano la visuale. L’idea dell’amministrazione comunale è quello di giungere ad un nuovo piano di istallazioni delle plance. Conclusa questa fase di rimozione, vi sarà un incontro con gli operatori per concordare le soluzioni migliori. Resta comunque ferma l’intenzione di procedere sempre ad autorizzazioni singole scartando l’ipotesi di un unico affidamento ad un’impresa che avrebbe gestito tutti gli spazi. Tutte le imprese continueranno a lavorare. Ma il sindaco Biancardi chiarisce che “gli spazi dove potranno essere affissi i cartelloni saranno scelti dall’amministrazione nel pieno rispetto di criteri di decoro urbano e sicurezza”.La battaglia prosegue. Del resto, quello della cartellonistica selvaggia rappresenta una vera e propria criticità della città bruniana che progressivamente si sta profondamente riducendo.Non è un caso che il famoso urbanista portoghese Bohigas, durante una sua ricognizione in città, ebbe ad affermare come l’eccessivo numero di cartelloni abusivi rappresentasse una vera e propria forma di inquinamento visivo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.