Nuvla S.Felice – Adrano 3-4: terza sconfitta consecutiva per i bianconeri. E’ Crisi. Contestazione dei tifosi a fine gara

A FINE GARA I TIFOSI CONTESTANO LA SOCIETA’ E LA SQUADRA ATTENDENDOLI ALL’ESTERNO DELLO STADIO

NUVLA S.FELICE: Munao 5,Salvatore 5.5(27’ st Gaglione 5),Veneziano 6.5,Coppola 6.5,Cacace 5.5, Circiello 5.5(15’ st Manzo 4.5),Lagnena 5,Pistone 6,Volpicelli  5.5, Bacio S. 5(15’ st Bacio S. 5.5),Ferraro 5.5. A Dispo: Velardo,Capasso,Liccardo,Manzo,Gaglione,De Pascale,Bacio A. All: Di Maio 4.

ADRANO: Linguaglossa 5.5,Montella 7 ,Fichera 6.5(32’ Cunsola),Arena 7,Orefice 6.5,Scalia 6.5,Arcidiacono 8,Grasso 6.5,Pasca 7.5,Costa  4.5(41’ Marletta 8), Caputa 7.5(19’ st Santangelo 6). A Dispo::Mancari,Bruno,Marletta,Cristaldi,Santangelo,Aleo,Cunsola. All: Strano 8.

ARBITRO: Strippoli di Bari. Assistenti Manco di Vibo Valentia e  Maiorano di Rosarno.

RETI: 11’ Circiello(N), 53’ Veneziano(N),  54’Pasca(A),21’ e 23’ Marletta(A), 80’ Arcidiacono(A), 91’ Pistone (N).

NOTE: Ammoniti: Caputa(A),Grasso(A),Pasca(A), Lagnena(N),Ferraro(N),Veneziano(N). Espulso al 41’ Grasso(A) per somma di ammonizioni. Recupero 5’  e 5’. Angoli 5-3. Spettatori 500 circa di cui 10 provenienti da Adrano.

NOLA. Un Nuvla in profonda crisi e contestato a fine gara dai tifosi incassa, allo “Sporting Club” di Nola, la sua terza sconfitta consecutiva, in cinque gare, scivolando così al quartultimo posto in classifica. Bianconeri in palla, che si fanno sfuggire di mano una vittoria che sembrava essere alla portata dei bruniani. ma che , invece, è diventata dei siciliani, cinici e combattivi per tutta la gara.

All’8’ si assiste alla prima emozione: errore difensivo di Pistone che sbaglia il retropassaggio, intercettato, poi, da Costa che a tu per tu con Munao manda la palla sul palo. Gol mancato- gol subito, e i padroni di casa vanno in vantaggio all’11’ con Circiello che con un gran taglio anticipa la difesa avversaria  correggendo in rete un cross di Pistone .Nell’ultima parte della prima frazione di gioco l’Adrano cerca di ristabilire l’equilibrio alzando il proprio baricentro. Diverse sono le occasioni da gol dei biancoazzurri che però non riescono mai a concretizzare le proprie manovre offensive. Al 41’, però, l’Adrano rimane in dieci per l’espulsione di Grasso per somma di ammonizioni, ma nonostante l’inferiorità numerica gli ospiti sfiorano il gol al 44’ con Arcidiacono che di testa colpisce il secondo palo per i siciliani. Solo al 47’ arriva il gol dell’Adrano, ma per guardalinee è off-side.

Secondo tempo molto scoppiettante e dinamico, fioccano le azioni da gol e si aprono delle praterie in entrambe le compagini. Il raddoppio per i bianconeri arriva al 53’ : grande azione personale di Veneziano che, con una grande cavalcata, arriva al limite d’area ed esplode un gran tiro che si va mettere nell’incrocio dei pali. Neanche il tempo di esultare che un minuto dopo i siciliani accorciano le distanze con Pasca che aggiusta in rete un traversone di Montella. In due minuti poi, arriva l’uno-due dell’Adrano che mette a segno il sorpasso con il neo entrato Marletta che fa il fenomeno: prima aggiusta in rete un cross di Montella con una grande torsione di testa,  poi indovina il gol della giornata con un bolide da 30 metri che si va a mettere sotto la traversa. All’ 80’ l’Adrano dilaga con Arcidiacono che supera, con un  doppio dribbling Cacace e di sinistro segna il 4-2 per i siciliani. C’è ancora tempo per un altro gol dei bruniani che arriva al 91’ con Pistone che vede il portiere fuori dai pali e da centrocampo segna con un pallonetto.

A fine gara accesa contestazione dei tifosi bruniani che hanno contesto sia la società che i giocatori, aspettandoli all’esterno dello stadio. Un clima caldo è ora quello in casa bianconera che con la terza sconfitta consecutiva ha sottolineato il periodo di crisi che sta attraversando.

 

INTERVISTE

In un’aria di contestazione , sottolineata dai tifosi bruniani durante tutto il post-gara , a parlare per la squadra gigliata è il Direttore Sportivo Checco Vitaglione, che visibilmente provato per la brutta sconfitta subita, spiega:” C’è tanto rammarico per una sconfitta che potevamo evitare , visto come si era messa la partita. Abbiamo pagato gli errori e le ingenuità commesse. C’è tanto sconforto, ma dobbiamo proseguire nel nostro progetto, che è un progetto giovane perché non abbiamo tante disponibilità e quindi dobbiamo aspettarci partite del genere”. Grande entusiasmo c’è, invece, in casa siciliana, dove a parlare è l’allenatore dell’Adrano Strano:” Abbiamo fatto una grande partita sia in 11 che in 10, abbiamo preso anche due pali , abbiamo avuto in mano sempre il pallino del gioco e tutto ciò dimostra la grande prestazione fatta quest’oggi in un campo difficile. Devo dire solo grazie ai miei ragazzi. L’obiettivo stagionale rimane sempre un salvezza tranquilla.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.