Oratorio Don Guanella – Sporting Nola 0-0: i bianconeri non decollano

ORATORIO DON GUANELLA: Credentino, Di Paoli, Esposito (al 10’s.t. Michelino), Rizzo, Capuano, Piscopo, Duca (al 16’s.t. Silvestri), Lombardi, Marino, Nocerino, Polizio (al 9’s.t. Finizio)

A DISPOSIZIONE: Monteleone, Mataluna, Conte, Curcio

Allenatore: Marino

SPORTING NOLA: Mazzone, Nappi, De Pascali, La Marca (al 3’s.t. Napolitano), Santaniello, Liguori (al 35’s.t. Ruggiero), Marotta G., Zoppino, Foglia, Parisi, Ruoppo F. (al 25’s.t. Esposito).

A DISPOSIZIONE: Marotta S., Ruoppo M., Gonippo, Giugliano.

Allenatore: Pirozzi

ARBITRO: Pisaniello di Benevento

Note: Spettatori 150 con buona rappresentanza ospite; ammoniti, Rizzo, Lombardi, Michelino (O) Nappi, La Marca (SN)

 

NAPOLI – Un pareggio a reti bianche per l’undici nolano che impatta sull’ostico campo del Don Guanella, matricola terribile che nonostante tutto non ha quasi mai impensierito la retroguardia ospite.

Prima frazione di gioco completamente a favore degli ospiti che nel giro di 10 minuti sfiorano due volte il vantaggio con Marotta G. che dapprima di testa impegna Credentino e poi da posizione defilata tenta un tiro cross che si spegne di poco a lato. Nel finale della prima frazione di gioco è ancora Sporting che al 41’ in una azione insistita trova in Ruoppo una conclusione che va di poco alta sulla traversa. Al 42’ si vedono anche i padroni di casa che sfruttano una ripartenza e con Marino impegnano Mazzone.

Nella ripresa il ritmo cala vistosamente, la squadra di casa appare confusa e poco lucida forse stressata, è si spegne col passare del tempo, lo Sporting dalla sua non riesce a sfruttare a dovere le imprecisioni dei locali è da dalla sua il rammarico di una ghiottissima occasione capitata sempre sui piedi dell’onnipresente Marotta che viene liberato benissimo da Parisi ma a tu per tu con Credentino perde l’attimo giusto e calcia a lato. La partita si avvia senza particolari sussulti fino al termine decretando così un pari che sta certamente più stretto alla compagine nolana che ai padroni di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.