Saviano: tre pusher in manette

Stamattina la Compagnia Carabinieri di Nola ha dato esecuzione all’ordinanza di di applicazione di misura cautelare personale emessa ieri dal Giudice per le indagini Preliminari nell’ambito di un’indagine coordinata dai magistrati della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nola. Tratti in arresto: Luigi Notaro (21 anni), Raffaele Scotti (23 anni) e Umberto Somma (20 anni). L’indagine era finalizzata ad una più ampia attività di contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanza stupefacenti perpetrato in diversi comuni dell’area nolana. Con tale provvedimento è stata disposta la misura degli arresti domicialiari nei confronti dei tre soggetti indagati che, in concorso tra loro, erano dediti al traffico ed alla detenzione di sostanze stupefacenti. Due degli indagati erano già noti alle forse dell’ordine in quanto, non molto tempo fa erano già stati tratti in arresto in flagranza di reato. L’indagine ha avuto avvio nello scorso giugno a seguito dell’arresto di alcuni spacciatori che operavano nei Comuni di Nola e Saviano, con conseguente sequesteo di ingenti quantità di sostanze stupefacenti, nella fattispecie: Hashish, cocaina e marijuana. L’indagine, condotta per lo più dagli uomini della Caserma di Saviano, al comando del Maresciallo Domenico Giannini, è durata circa 4 mesi e si è svolta mediante attività tecniche e dinamiche, consentendo cosìn l’interruzione delle attività su due fiorenti “piazze di spaccio”, una nel pieno centro abitato di Saviano e l’altra a Piazzolla di Nola. I clienti dei tre spacciatori erano per lo più minorenni.

di Comunicato stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.