Tutto facile per il Modica, Nola asfaltato 4 a 0

Nella terzultima giornata di campionato i bruniani collezionano l’ennesimo “cappotto” di questa infausta stagione.

MODICA 4

NOLA 0

Modica: Falco 6, Fontana 6, Fecarotta 6 (20’st Paolino 6), Bennardo 6 (30’st Dall’Oglio 6), Elefante 6, Sansone 6 (35’st Cannioto 6), Sella 7, Iozzia 6, Villa 7, Parlacino 6, Cerfoglia 6. All. Dima Ruggiano

A disposizione: Giordano, Lanza, Incatasciato, Genesio.

A.Nola: De Sena 6, Bosco 5, Sepe 6, Rupa 6, Saggese 6, Fioravante 5, Villino 5, De Stefano 5 (1’st De Martino 5), Cioce 5 (1’st Soave 5), Graniero 6 (Scotti 5), Arcione 5. All.Baratto.

A disposizione: Iovino, Valentino, Madera, Parisio.

Arbitro: Zancanaro (Tv)6; collaboratori Napoli (Ag) ed Argento (Pa).

Marcatori: 1’ e 10’ pt Villa, 29’ pt Cerfoglia, 25’ st Sella.

Note: Un guasto al pullman ha costretto il Nola ad arrivare allo stadio con mezzi di fortuna. La partita è iniziata con 15’ minuti di ritardo. Ammoniti De Sena (Nola). Angoli 2-2 Recupero 3’st

E sono ventinove! Dopo la sconfitta in casa contro l’Acireale, i bianconeri di mister Baratto collezionano l’ennesima figuraccia stagionale, perdendo 4 a 0 in quel di Modica.I ragusani vanno in vantaggio al primo minuto con l’argentino Mauricio Villa, e raddoppiano con lo stesso sudamericano dieci minuti dopo, per poi triplicare le marcature al 29’ con Cerfoglia. Chiude i conti nella ripresa Sella con un delizioso pallonetto.Baratto per il match contro i rossoblù deve rinunciare a Felice Nappi e Nicola Cutolo squalificato e si affida al duo Sepe e Rupa al centro, con Arcione unico terminale offensivo.Dall’altro lato il tecnico dei ragusani Dima Ruggiero si affida al 4-4-2 schierando davanti a Falco, il pacchetto difensivo formato da Bernardo e Sansone al centro con Fontana e Fecarotta esterni bassi; a centrocampo Iozzia sull’out di destro, Parlacino a sinistra e la coppia Genesio ed Elefante in mediana; in avanti il duo Villa-Cerfoglia.L’arbitro della gara è il signor Flavio Zancanaro di Treviso, coadiuvato dagli assistenti Roberto Napoli di Agrigento e Daniele Argento di Palermo.Il match del “Caitina” inizia con sedici minuti di ritardo per problemi con l’autobus del Nola, che hanno raggiunto Modica in auto!Pronti-via e il Nola va sotto: Villa avanza indisturbato fino all’area di rigore, entra in area e trafigge De Sena, 1 a 0 Modica. Al 7’ è Elefante a cercare il raddoppio per i padroni di casa, ma De Sena sventa la minaccia; raddoppio che arriva tre minuti dopo sempre con Villa, che ben imbeccato da Sella, mette la sfera nel sette alla destra dell’estremo difensore bianconero, incolpevole in questa circostanza. Nola in bambola!Due minuti dopo è Cerfoglia a provarci ma De Sena c’è. Come previsto è il Modica a fare la gara con molto possesso palla, l’Atletico fa quel che può, ma senza mai pungere in contropiede.Al 27’ il Nola capitola per la terza volta: magistrale calcio di punizione dai venti metri di Cerfoglia che indovina l’angolo alla destra di De Sena, non esente da colpe su questo calcio piazzato.A cinque minuti dal termine della prima frazione è ancora Sella a provarci ma la sfera viene deviata in angolo da Sepe.La prima frazione si chiude con il risultato di 3 a 0, con il Modica pericoloso in almeno otto occasioni e con il Nola tutta volontà, ma niente di concreto, non pervenuto.Nella ripresa il Nola tenta una timida reazione con un tiro dalla distanza di Arcione, ma Falco blocca senza problemi.Il poker rossoblù arriva al 75’ con Sella, che con un pallonetto supera De Sena in uscita.Dopo un’infinita serie di palle-goal sprecate dai padroni di casa, finisce qui l’ennesima inopinata sconfitta per gli uomini di Baratto, mai in partita e con una difesa allo sbando al novantottesimo goal stagionale subito!Dopo le festività pasquali, il primo maggio, l’Atletico si troverà difronte la Rossanese, terz’ultima in classifica.

di Pasquale Arpaia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.