Cavese – Palmese 2-1. Sconfitta amara per i rossoneri

CITTA’ DE LA CAVA: Adinolfi, Amendola, De Rosa, Rea, Manzi, Marrandino, Piccirillo 41’ st.Moccia), Vitagliano, Nappi, Trapani, Marantino (15’ st. Balzamo). All. Pietropinto.

In Panchina: Radunanza, Ruocco, Landi, Laudato, Lonardo.

PALMESE: Leone, Giordano, Architravo, Formisano, La Marca, Angieri, Manco, Montoro, Palmieri (18’ st. Di Lauro), Di Luccio, Stanzione (6’ pt. Arianna, 29’ st. Cavezza). All. Monaco.

In Panchina: Caliendo, Maffettone, Di Giacomo, Castiello.

ARBITRO: Signor Giacomo Camplone di Pescara

MARCATORI: 24’ pt. Angieri, 25’, 37 st. st. Balzamo,

AMMONITI: Nappi, Angieri, La Marca, Leone, Piccirillo, Balzamo

NOTE: tempi recupero 3’ pt –  4’ st.

Torna a mani vuote la Palmese da Cava De Tirreni, nonostante una buona gara soprattutto nel primo tempo. Squadra quadrata, passata persino in vantaggio e punita da un paio di distrazioni, che hanno inevitabilmente azzerato il bonus.

Parte forte la Città de la Cava, con Trapani che nei primi minuti è imprendibile, sulla sua prima conclusione Leone si salva. Poco dopo lo stesso calciatore ci prova su punizione, fuori di poco, siamo al 6’. Ma la Palmese è viva e con il passar dei minuti comincia a stazionare con continuità dalle parti di Adinolfi. In attacco c’è Arianna al posto di Stanzione infortunatosi. Il primo sussulto è di Architravo che dall’out di destra fa partire un tiro cross che mette in difficoltà Adinolfi. Poco dopo è Manco a provarci, tiro che finisce a lato. Sono solo le prove generali per il vantaggio, che arriva al 24’ con Angieri, bravo ad incornare di testa, su calcio d’angolo di Manco, superando l’estremo difensore ospite. I padroni di casa non ci stanno ed un minuto dopo vanno vicino al goal con Marantino che si divora un’occasione colossale, batti e ribatti in area con il calciatore che si ritrova solo contro Leone, che di riflesso respinge. Al 33’ ancora l’estremo difensore ospite protagonista, chiudendo lo specchio della porta a Piccirillo. Nella ripresa sono i padroni di casa a cercare a testa bassa il pareggio. Il solito Trapani mette in moto la squadra, palla a Vitagliano che dal limite non trova la porta. Ma la Palmese in questa fase è troppo rintanata nella propria area di rigore , con i padroni di casa che inevitabilmente guadagnano metri e trovano il pareggio. Palla persa da Formisano che arriva a Balzamo, che dal limite non sbaglia, con un preciso tiro nell’angolo basso, siamo al 25’. Mossa azzeccata di Pietropinto , perché al 37’ ancora Balzamo condanna la Palmese, ancora una volta un bolide dal limite dell’area di rigore per il vantaggio dei padroni di casa. I rossoneri non ci stanno e si riversano in attacco. I pericoli maggiori vengono dai calci piazzati, che tuttavia non riescono a regalare altre gioie alla Palmese. Finisce Con una sconfitta e per i rossoneri è tempo di meditare, in due partite di campionato sono passati due volte in vantaggio, senza mai riuscire a conservare quanto prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.