Cral Fincantieri Stabia – Real Nola 2-1: bruniani beffati al 90′

La settima giornata del campionato di prima categoria vede il Real Nola, impegnato nella seconda trasferta consecutiva a Pianura , contro il Cral Fincantieri Stabia. Entrambe le compagini giacciono nei bassifondi della classifica e hanno voglia e bisogno di riscatto.
Il primo episodio degno di nota arriva subito al 7’ del primo tempo quando Iasevoli, sbaglia un controllo a centrocampo e permette la ripartenza dei padroni di casa, Sozio incrocia senza colpe la corsa di Oliva che va giù e per l’arbitro è fallo da ultimo uomo con conseguente espulsione del giocatore nolano. Dalla punizione è lo stesso Oliva ad andare vicino al goal sfiorando l’incrocio dei pali. Partita in salita per il Real Nola costretto a giocare in inferiorità numerica per i successivi 83 minuti.
Al 14’ del primo tempo Iasevoli mette la palla in area da calcio di punizione, Pisani viene nettamente trattenuto ma l’arbitro lascia correre. Dopo un minuto Addeo batte una punizione veloce che sorprende la difesa avversaria ma Pisani da posizione defilata tira a lato.
La partita si gioca prevalentemente a centrocampo dove entrambe le squadre non rinunciano all’agonismo fisico. Al 41’ Piatti perde palla a centrocampo e il numero nove dello Stabia Apicella si presenta tutto solo contro Anastasio che è bravo a uscirgli incontro e chiudergli lo spazio.
A campi invertiti e senza sostituzioni riprende il secondo tempo e al 51’ è il Real Nola a passare in vantaggio: Cione viene atterrato un paio di metri fuori dall’area di rigore e sulla palla si presenta Iasevoli, punizione forte a giro che constringe l’estremo difensore alla respinta corta sulla quale si avventa Falco che mette la palla in rete.
Al 73’ minuto sono i padroni di casa a rendersi pericolosi prima con Oliva e poi con Cofano ma in entrambi i casi è bravo Anastasio ad evitare il goal del pareggio. Questo è solo il preludio del goal che arriva al 75’ minuto quando Oliva con un pallonetto scavalca tutta la difesa Nolana e mette Cofano in condizione di battere Anastasio da pochi metri. Le squadre sono sull’uno a uno.
Il Real Nola non ci sta e subito dopo aver subito il pareggio si riversa in avanti e Falco autore di una sontuosa giocata sulla sinistra mette in mezzo per Ranavolo che viene anticipato di un soffio dal difensore avversario che si salva in angolo.
Al 77’ Cione riesce a driblare due avversari ma il suo tiro di sinistro si spegne debolmente a lato.
Al minuto 86’ Piatti lancia in verticale per Ranavolo che rientra sul destro e lascia partire un tiro ma che finisce di poco a lato, dopo un minuto Iasevoli batte velocemente una punizione dal limite e Ranavolo con un tiro a giro non riesce a battere il portiere che si salva in corner. Dagli sviluppi del corner ci prova Addeo da fuori area con un bel tiro di destro ma ancora una volta il portiere dello Stabia è bravo a respingere di pugno.
La partita sembra ormai destinata al finire sul punteggio di uno a uno ma al 90’, il centrocampista dello Stabia, Vitagliano, lascia partire un bolide dai 25 metri che si insacca sotto l’incrocio dei pali battendo Anastasio.
Dopo due minuti di recupero l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi ed è lo Stabia a portarsi a casa tre punti preziosi.

 

di Vincenzo Franzese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.