Nola, incendiato negozio di scarpe: incidente o atto doloso?

Nola-Sono circa le due e venti di notte, quando un boato sordo rimbomba lungo via Alberto da Nola. Dal negozio di scarpe, una nuvola di fumo ed un acre odore di bruciato, si espandono nell’aria. Non si tratta di un forte petardo così come in un primo momento si pensa. Passano alcuni minuti ed ecco giungere sul posto il vigili del fuoco e due pattuglie dei Carabinieri. E’ la cronaca di una nottata di mezza estate, certamente, un po’ movimentata. Le fiamme vengono domate velocemente. I primi rilievi escludono, però, la deflagrazione di un ordigno esplosivo. I danni alla struttura sono relativamente limitati e lo spostamento d’ aria appare chiaro essersi sviluppato dall’interno verso l’esterno. In particolare, la saracinesca posta sulla strada laterale è “gonfiata” verso l’esterno, a causa della pressione dell’aria. Secondo una prima ricostruzione,infatti, all’interno dell’esercizio commerciale si sarebbe sviluppato un incendio le cui cause restano tutte ancora da accertare. I fumi della combustione ed il conseguente azzeramento dell’ossigeno avrebbero causato, molto probabilmente, una pressione d’ aria che ha causato l’esplosione, danneggiando la saracinesca e lesionando i vetri. Sul posto, come già riferito, sono giunti le unità dei vigili del fuoco, oltre che due pattuglie dei carabinieri. Poco dopo le tre, si sono portati in loco anche i proprietari del negozio che avrebbero riferito di non aver mai ricevuto minacce. Gli uomini della Benemerita che indagano sull’accaduto attendono i risultati della relazione dei vigili del fuoco. Al momento le indagini sono dirette a trecentosessanta gradi. Attenendoci agli elementi obiettivi rinvenuti in loco va ancora una volta ribadito che non si è trattato di un attentato dinamitardo, visto che lo scoppio, come è stato già descritto, è stato provocato dalla pressione dell’ aria prodotta dai fumi della combustione che si è sviluppata all’interno dell’esercizio commerciale. Alla base dell’accaduto vi è dunque un incendio la cui origine resta tutta da chiarire. Incidente o atto doloso?E’ questo il rebus a cui gli investigatori sono chiamati a dare risposta. Circostanza certamente da chiarire è il ritrovamento delle chiavi nella serratura di uno degli accessi al negozio di scarpe e la mancanza di segni di effrazione. Particolari che potranno essere utili per le indagini così come la presenza, nei pressi del teatro dell’accaduto, di una telecamera del sistema videosorveglianza cittadina, le cui immagini potrebbero fornire ulteriori elementi investigativi. Si attendono novità per i prossimi giorni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.