Nola, rapinano una donna con un coltello: arrestati dalla Polizia dopo 15 minuti

Nola -In meno di 15 minuti la polizia cattura due rapinatori, recupera il bottino e sequestra l’auto sulla quale viaggiavano, in quanto rubata. Gli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nola, alle ore 10.00 di ieri, hanno tratto in arresto: Palma Vincenzo, di anni 36, di Palma Campania e Morra Antonietta di anni 32 da S. Giuseppe Vesuviano; entrambi resisi responsabili, in concorso tra loro, dei reati di rapina aggravata e ricettazione di auto. Nella mattinata di ieri, infatti,  i poliziotti della squadra investigativa, a seguito di mirato servizio, in Nola alla via Taranto, bloccavano l’autovettura Opel Corsa di colore bianco, i cui occupanti, poco prima si erano resi responsabili di rapina aggravata nei confronti di un’ anziana donna , che era stata minacciata con un grosso coltello di acciaio,in via Papa Giovanni XXIII. La caparbietà e la costanza degli agenti del commissariato di Polizia della città bruniana diretto dal dottor Pietro Caserta, sortiva gli effetti sperati allorquando a seguito di un’ accurata ispezione delle persone e dell’auto sulla quale viaggiavano i due malfattori, avevano modo di rinvenire e sequestrare un grosso coltello nonché una borsa di pelle, contenente documenti, chiavi di casa, occhiali da vista, soldi ed effetti personali, che risultavano  appartenenti della donna derubata. Quest’ ultima, formalizzava regolare denuncia, dopo aver riconosciuto senza esitazione l’indagato Palma Vincenzo.Gli agenti di polizia operavano poi il sequestro del coltello ed il recupero della borsa rapinata. Ulteriore attività investigativa ha permesso di acclarare che l’auto sulla quale viaggiavano i malfattori risultava tra quelle da ricercare. In particolare la vettura era stata denunciata presso il Comando di Stazione dei Carabinieri di Cimitile, in quanto rubata nel Comune di S. Gennarello di Ottaviano lo scorso  31 luglio. Il duo Palma-Morra veniva altresì deferito per il reato di ricettazione. Il materiale rinvenuto, è stato debitamente restituito agli  aventi diritto. Grazie ai gravi indizi di colpevolezza raccolti, il Palma Vincenzo e la Morra Antonietta, sono stati tratti in arresto, dandone, immediata notizia al P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Nola (NA) – Sostituto Procuratore dottoressa Cristina Amoroso; e tradotti rispettivamente alla Casa Circondariale di Napoli – Poggioreale e Casa Circondariale Femminile di Napoli – Pozzuoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.