Roccarainola: la natura? La salvano le nuove generazioni.

Roccarainola -“Papà cosa fai?Fermati!”. E’ questo il titolo dell’incontro organizzato dall’istituto comprensivo statale “Morelli e Silvati” tenutosi ieri presso la sala consiliare del comune di Roccarainola. Salvaguardia dell’ambiente e sensibilizzazione dei cittadini sono gli obiettivi essenziali che gli organizzatori  hanno scelto di trasmettere attraverso la realizzazione di un video sul riciclaggio degli oli usati. In prima linea i ragazzi delle scuole medie di Rocca che coordinati dal professor Domenico Cerullo hanno dimostrato con il loro impegno di voler essere i fautori di un cambiamento importante nella difesa della natura, argomento quanto mai attuale e inderogabile vista la drammatica situazione che il nostro territorio si trova a vivere in queste ore di grande criticità sul tema rifiuti. Gli alunni della 3A hanno esposto davanti ad una sala gremita, in presenza del preside dell’istituto scolastico e del sindaco De Simone, la loro ricerca sui dati concernenti lo smaltimento degli oli esausti e la pericolosità di questi ultimi per l’ambiente. Sembra quasi inverosimile invece è realtà, solo 4 litri di oli usati possono inquinare una superficie estesa quanto 6 piscine olimpiche. Questo ci da l’idea del grave danno che si provoca al nostro ecosistema quando queste sostanze vengono smaltite in modo inadeguato e scellerato. Consapevolezza ed educazione al rispetto della natura,questo è il primo passo verso la maturazione di una coscienza civica che i ragazzi protagonisti di questo evento sembrano aver recepito in pieno:” ogni nostra azione, ogni nostro gesto non è solo una goccia nel deserto – affermano –ma può diventare un mare che può portare al cambiamento. Questo è l’insegnamento che il professor Cerullo ci ha dato, perciò noi vogliamo essere un esempio per gli altri sensibilizzando chi, per ignoranza o superficialità, non pone abbastanza attenzione su queste questioni”. Gli alunni hanno poi spiegato come gli oli usati possono essere facilmente riciclati. Attraverso nuove tecniche, infatti da un litro e mezzo di olio esausto se ne può recuperare uno di olio rigenerato, e l’Italia è leader tra i Paesi europei in questo settore. Al termine dell’incontro, il preside e il primo cittadino si sono complimentati con i ragazzi per l’impegno dimostrato e hanno espresso la loro intenzione di collaborare in futuro per attuare diverse iniziative sul tema ambientale. Il sindaco De Simone ha poi concluso:”Voi giovani siete il futuro e ci ricordate ogni giorno con la vostra tenacia e la vostra voglia di cambiare il mondo che dobbiamo essere noi adulti  fin da subito ad impegnarci per lasciarvi un avvenire migliore –e sulle questione rifiuti ha aggiunto -questa amministrazione sta impegnandosi per migliorare la già ottima percentuale di raccolta differenziata nella nostra cittadina e stasera nella riunione con i sindaci della provincia ribadiremo il nostro ostinato no sull’apertura di discariche nel nostro territorio”.

 

di Giusy Corrado

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.