San Paolo Belsito: iniziano i lavori della nuova sede del Forum dei Giovani

SAN PAOLO BEL SITO. Riprese le attività didattiche, stamane, a far compagnia agli studenti della scuola secondaria di primo grado G. Costantini, sono stati i trapani e gli operai che hanno iniziato i lavori per la ristrutturazione dei locali dell’ex alloggio del custode, dove sarà ubicata la sede del Forum dei Giovani di San Paolo Bel Sito. “La nostra Amministrazione Comunale per migliorare, sotto l’aspetto sociale, la vita della popolazione giovanile sanpaolese – dice il Sindaco Manolo Cafarelli – ha desiderato, dal primo momento in cui il Forum si è formato, dotare la comunità di una sede per il  Forum Giovani individuando la nuova dimora nell’ex alloggio del custode, ora inutilizzato. La sede sarà ubicata in via Caracciolo”. L’alloggio è bisognevole di lavori di ristrutturazione in quanto è stato più volte vandalizzato da ignoti, e di adeguamento funzionale per conformarlo alle nuove esigenze. L’ufficio tecnico comunale ha redatto un progetto preliminare generale, per il recupero e l’utilizzo della parte di fabbricato, posta a piano terra ed attualmente inattiva, ridistribuendo gli spazi interni ed adeguandoli alle nuove esigenze funzionali determinando il costo dell’intervento in euro 94.500,00. Ben 45.000,00 gli euro in arrivo dalla Provincia di Napoli per sovvenzionare la spesa per l’intervento in programma. “Siamo entusiasti del fatto che quanto prima avremo una sede dove riunirci e poter condividere tutti insieme momenti formativi della nostra crescita, e individuale e di gruppo – dice la Presidente Maria Sole di Maria – attualmente stiamo utilizzando i locali siti in via Tommaso Vitale”. Il Forum, operante dallo scorso giugno, è composto da diversi giovani sanpaolesi che si stanno dando da fare sul e per il territorio. Al Forum possono aderire tutti i cittadini  che abbiano compiuto il 14° anno di età e che non abbiano superato il 30° anno di età, con residenza nel Comune di San Paolo Bel Sito senza distinzione di sesso, razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche e di condizioni sociali e personali. Ancora oggi i ragazzi cercano di reclutare iscritti per rendere la compagine sempre più numeroso ed eterogenea. Nel frattempo i giovani si stanno preparando per una serie di iniziative per l’imminente festa della mamma.

di Alfonsina Della Gala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.