Somma vesuviana: Una bomba di Carta esplode nel locale La Paperacchia

Somma Vesuviana – Sono stati attimi di paura quelli che hanno vissuto le oltre 50 persone tra clienti e personale, che si trovavano nel locale La Paperacchia, sito in via Zingariello al momento dello scoppio di una bomba di carta. Il tutto è avvenuto alle ore 22:00 circa di ieri sera 21 giugno. Le cause dell’incendio sono al momento poco chiare, tuttavia pare che l’ipotesi sia stata incendio doloso provocato da una bomba di carta nascosta sotto ad una macchina che ha distrutto metà del locale. Le fiamme infatti, hanno raggiunto il secondo piano e hanno fatto esplodere tre auto parcheggiate nel piano terra, compresa quella della moglie del proprietario. Per fortuna però, da una prima ricostruzione pare non ci siano state vittime coinvolte. Sul posto, per gestire la situazione e spegnere il fuoco, sono accorsi i vigili del fuoco di Nola, i carabinieri di Somma Vesuviana, quelli di Castel di Cisterna e gli uomini della protezione Cobra 2. Sulla faccenda stanno ora indagando proprio i carabinieri di Castello di Cisterna ai quali Gaetano Molaro, proprietario del locale, ha riferito di non aver avuto nessuna minaccia nei giorni precedenti, né di aver avuto avvisaglie su rischi inerenti a ciò che è poi accaduto.  Per altro Molaro porta avanti un’attività che risulta essere di piena competenza della sua famiglia da generazione. Difatti non è solo il titolare de La Paperacchia, ma anche di altri luoghi di ristorazione presenti sempre nell’area sommese.

di Sonia Sodano

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.