Stir di Tufino, lunga fila di automezzi: conferimento dei rifiuti a rischio

Nola – Una lunghissima fila di automezzi all’ingresso dello Stir di Tufino. Si prevede un altro week end di fuoco per il conferimento dei rifiuti. Quasi duecento infatti nel pomeriggio di oggi erano gli auto -compattatori in fila. E’ prevedibile, dunque, qualche eventuale rallentamento nella raccolta dei rifiuti, visto che la gran parte dei mezzi proviene da Napoli città che hanno una priorità assoluta su quelli provenienti dagli altri comuni. Una situazione non più sostenibile, visto che penalizza proprio i comuni che effettuano, con percentuali apprezzabili, la raccolta differenziata a vantaggio di quanti non fanno raccolta differenziata, come la città di Napoli. Ed i numeri ci dicono in maniera eloquente che la capacità giornaliera dello Stir di Tufino è di ottocento tonnellate giornaliere. Napoli scarica duecento tonnellate al giorno. Da mezzanotte alle sei può scaricare solo Napoli. Mentre dalle sei in poi scarica con priorità sugli altri. La domenica invece al comune di Napoli viene concesso un ulteriore privilegio, quello di scaricare ben 450 tonnellate. In pratica, lo Stir di Tufino viene utilizzato, per buona parte, dal capoluogo partenopeo che ancora oggi è a percentuali bassissime di raccolta differenziata, mentre gli altri comuni, come quello di Nola, sono costretti ad arrangiarsi. “Se sarà necessario – ribadisce con forza il sindaco di Nola, Geremia Biancardi – saremo pronti anche ad azioni dimostrative per bloccare lo Stir. Così non si può andare avanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.